• 08/12/2016
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Corriere di Romagna, 8 dicembre 2016: OraSì, niente distrazioni contro la Tezenis

Corriere di Romagna, 8 dicembre 2016: OraSì, niente distrazioni contro la Tezenis

RAVENNA. I Leoni contro gli Scaligeri per non farsi nuovamente assediare il castello. La vittoria su Jesi nove giorni fa ma anche la successiva sconfitta di Treviso hanno tenuto al quarto posto il quintetto di Antimo Martino e del suo staff, in coabitazione con Trieste, Mantova e Fortitudo. Oggi al De André (ore 18, arbitri Bartoli di Trieste, Bongiorni di Pisa e Costa di Livorno) arriva una Verona pericolosa. Partita a scacchi. Si preannuncia una partita a scacchi tra OraSì e Tezenis, considerate le caratteristiche delle due squadre. I gialloblù hanno un incredibile equilibrio tra punti fatti (690) e subiti (698) che la rendono contemporaneamente il peggior attacco e la miglior difesa del girone dopo dieci giornate (Treviso e Imola hanno già disputato il turno di oggi). Dopo l’avvicendamento in panchina con Dalmonte che ha preso il posto di Frates, i veronesi sono usciti sconfitti con onore dalla Unipol Arena ma arrivano carichi del +25 ottenuto pochi giorni fa in casa con l’altra romagnola Unieuro. E’ solo il terzo atto della recentissima serie tra ravennati e veneti che si sono aggiudicati entrambi i precedenti disputati nello scorso campionato (59-68 a Ravenna, 63-51 a Verona) e  proprio in virtù di questi due risultati i gialloblù sopravanzarono i giallo-rossi in classifica per l’ultimo posto utile nei play-off. «Abbiamo avuto modo di rivedere la partita di Treviso e siamo arrabbiati – premette il tecnico molisano – non per la sconfitta che ci sta, quanto per il fatto che non abbiamo giocato la pallacanestro che ci compete. Siamo stati poco concentrati, non abbiamo avuto l’energia e l’atletismo sufficiente, però dal filmato si capisce la solidità e la fisicità che i veneti possono mettere in campo». Ora sotto con Verona: «Torniamo a giocare davanti al nostro pubblico e vogliamo farlo secondo le nostre caratteristiche che è un elemento imprescindibile per giocarcela con tutti come abbiamo sempre fatto. Verona per come è stata costruita e per come è allenata adesso, conoscendo Dalmonte, non vale la classifica attuale (è nel gruppo di ben sei squadre a otto punti, ndr). Il loro roster è profondissimo, tanto che si possono permettere di avere come undicesimo uomo da tribuna un elemento come Fall. In panchina ha elementi come Basile che l’anno scorso era in serie A, Brkic, Boscagin e Rovatti che è un giovane ma viene comunque dalla Fortitudo. E’ difficile se non impossibile individuare gli elementi più pericolosi. Anche noi abbiamo le nostre gerarchie però non siamo una squadra in cui tira sempre lo stesso». Il quintetto di partenza, infatti, dovrebbe vedere Robinson in cabina di regia (miglior uomo-assist con tre di media), Portannese e Frazier (19 punti a partita) come guardie, Tote da ala e Diliegro sotto le plance. Universitari a 5 euro. Si rinnova e questa volta per tutta la stagione la promozione che permette agli universitari di acquistare il biglietto per le gare casalinghe di OraSì Basket Ravenna al prezzo di 5 euro. Agostino Galegati


Comments are closed.