• 30/11/2016
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Il Resto del Carlino, 30 novembre 2016: Il decollo dell’OraSì

Il Resto del Carlino, 30 novembre 2016: Il decollo dell’OraSì

L’ORASI porta a casa una vittoria sofferta trovando un’Aurora Jesi pronta a giocare al massimo su ogni pallone. La zona marchigiana confonde le idee ai giallorossi nei primi 20′, poi, prese le misure, per l’OraSì la gara si mette in discesa. Superata una fase di penuria offensiva i giallorossi ritrovano progressivamente idee e gioco e sfatano il tabu del martedì sera meritando nel complesso la vittoria. I primi minuti sono illusori: Jesi appare contratta, manca di intesa e un paio di palle perse mandano Sgorbati ad appoggiare in campo aperto. Lo stesso Sgorbati, perso dalla marcatura marchigiana, mette due triple piedi a terra che fruttano a lui 10 punti e l’iniziale 12-2 per l’OraSì. Tuttavia quando l’Aurora ingrana per Ravenna iniziano i problemi. La difesa fatica su Maganza, ottimo a rimbalzo e sugli scarichi dei compagni. Il resto lo fanno Davis e Bowers, fenomenali in fase conclusiva. Il controparziale jesino (5-17) vale il 21-24 del 10′. Il ritmo è alto, si tira tanto, ma l’Aurora è più concreta e anche nel secondo quarto mantiene il naso avanti. L’OraSì al contrario rivede i fantasmi di Piacenza: costruisce diversi buoni tiri ma la palla non entra. Ci prova allora attaccando il ferro con Smith e Sabatini che riescono a tenerla agganciata nel punteggio (da 34-39 a 38-41). Tuttavia una tripla di Bowers da otto metri sulla sirena, manda le squadre al riposo sul 38-44. L’inerzia cambia dopo l’intervallo, quando Ravenna stringe anche le maglie della difesa, un fattore che alla fine sarà decisivo. UN PAIO di palloni rubati da Tambone restituiscono mordente ai padroni di casa che si ritrovano anche a rimbalzo. Masciadri deposita 4 punti e Smith al 25′ sigla il sorpasso 50-49.1 minuti successi- Awio combattuto La zona marchigiana frena gli uomini di Martino, nella ripresa l’equilibrio si spezza vi sono tutti dei romagnoli che provano l’allungo. Marks mette a segno due triple che valgono il 58-51 mentre Smith stoppa un paio di conclusioni ospiti che accendono gli entusiasmi del palazzo. Bowers mantiene i suoi a tre possessi (62-55) e il quarto periodo diventa battaglia. Bowers e Davis fanno tutto il possibile, quest’ultimo tira ogni volta che la palla passa dalle sue mani (62-61). Ma 5 punti di Tambone ricacciano indietro i marchigiani 69-61. Il finale è tanto intenso quanto confuso: Jesi non ha più le forze per raddrizzare la situazione e l’OraSì chiude con tre schiacciate di Smith che valgono il finale 82-71. Stefano Pece


Comments are closed.