• 13/11/2016
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Corriere di Romagna, 13 novembre 2016: OraSì, si scalda Chiumenti «Sarà la partita del cuore ma voglio battere Piacenza»

Corriere di Romagna, 13 novembre 2016: OraSì, si scalda Chiumenti «Sarà la partita del cuore ma voglio battere Piacenza»

RAVENNA. L’appello del martedì, quello ai tifosi per sostenere l’OraSì contro una lanciatissima Assigeco. Casalpusterlengo, o Piacenza che dir si voglia, viene da quattro vittorie consecutive che hanno permesso l’aggancio in classifica dei biancorossi nei confronti di Ravenna, Treviso e Ferrara. Dopo le sconfitte iniziali con Virtus fuori e Udine in casa, la squadra allenata da Andreazza ha inanellato il filotto Verona-Recanati fuori e Forlì-Jesi in casa. Una settimana fa a Trieste è arrivata la sconfitta dopo un periodo di diamante di quattro vittorie nel primo mese di campionato. Cuore di ex. Ma per Alberto Chiumenti non sarà una sfida come tutte le altre: nelle ultime sei stagioni, infatti, ha vestito i colori biancorossi, con il valore aggiunto dei galloni di capitano. Per lui, tra Legadue, DnA, A2 oltre 150 presenze e quasi 1500 punti realizzati. «Rimanere sei anni legati a un posto – premette il lungo veneto – a questi livelli, credo che sia un evento più u-nico che raro. Ritroverò la stessa struttura con cui ho giocato tanto tempo e anche Borsato che dopo l’ottimo campionato scorso si è meritato la conferma e sta facendo molto bene anche quest’anno (è il terzo miglior marcatore della squadra con 12.2 di media e il miglior tiratore da tre punti con un eloquente 17/28 dai 6.75, ndr). Per quanto mi riguarda, non sarà una partita come tutte le altre ma adesso sono a Ravenna, sono felicissimo di essere qui e voglio assolutamente vincere al di là del cuore». Condizione fisica. Coach Martino avrà la rosa al completo dopo diversi problemi fisici che hanno colpito più di un elemento, Chiumenti compreso. «Vado abbastanza bene – tranquillizza il sesto uomo di assoluto lusso – il problema al piede si sta risolvendo e direi che siamo pronti. Non sarà una partita semplice perché loro hanno a disposizione una coppia di americani di valore assoluto, che possono vantare esperienza anche in categoria superiore come Hasbrouck (ex Virtus) e Jones (visto in Romagna a Forlì nel 2010-’11, ndr), quest’ultimo ha giocato anche la serie scudetto (e sfiora la doppia doppia punti-rimbalzi di media, ndr). Per questo motivo non hanno bisogno di presen- tazioni Accanto a loro si muovono un gruppo di italiani molto validi, soprattutto con esperienza. Cito tra tutti Infante (secondo miglior rimbalzista di squadra) che ha tantissime stagioni alle spalle, Raspino e lo stesso Borsato. Non sarà per niente semplice». Posticipo. Sarà il primo di cinque spostamenti rispetto al calendario iniziale, i successivi con Jesi (dal 27 al 29 novembre), Virtus (dal 29 al 31 gennaio), Trieste (anticipata alili febbraio), Imola (dal 2 al 5 aprile), dettati dall’indisponibilità del De André nelle date prefissate. Chiumenti chiama a raccolta i tifosi. «Questa A2 si sta confermando interessantissima e ogni giornata presenta sfide belle ed emozionanti. Direi che per una città come Ravenna un martedì di sera con una bella partita di basket sia un’ottima alternativa e una bella opportunità. Spero che ci sia tanta gente». Agostino Galegati


Comments are closed.