• 09/11/2016
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Corriere di Romagna, 9 novembre 2016: L’OraSì è un po’ ferita ma Vianello la risolleva: «Il bilancio è buono»

Corriere di Romagna, 9 novembre 2016: L’OraSì è un po’ ferita ma Vianello la risolleva: «Il bilancio è buono»

RAVENNA. L’OraSì si lecca le ferite della sconfitta ma è pronta a ripartire. L’avvicinamento alla gara casalinga con l’Assigeco comincia questa mattina alle 11.30 dopo due giorni di riposo per la truppa giallorossa agli ordini del generale Martino. Ferite psicologiche ma fortunatamente non fisiche con la rosa al completo dopo qualche problema fino a metà settimana scorsa. Una buona notizia arriva invece dal botteghino: sono infatti 817 eli abbonati di quest’anno, un numero che assomiglia moltissimo a quello dell’anno scorso. «Sinceramente non mi aspettavo di ripetere il successo dell’anno scorso – sottolinea il presidente Roberto Vianello – anche perché la pallavolo è tornata al De André e ci si poteva aspettare, con il pubblico così diviso e per questioni economiche, una quota molto più bassa. Aver tenuto a-perto le sottoscrizioni fino alla fine del mese di ottobre e i buoni risultati iniziali hanno sicuramente contribuito in positivo». Il primo tifoso, veneziano doc, ha vissuto una sorta di sfida nella sfida e mastica invece amaro per il risultato domenicale. «Potevamo vincere dopo essere andati avanti nel punteggio dovevamo chiuderla prima. Purtroppo il loro palazzetto si è confermato un vero catino con un tifo che ha fatto tremare la struttura e che ha per certi versi condizionato gli arbitri. Tre fischiate sono andate tutte a nostro svantaggio. Ma, ripeto, non dovevamo trovarci in quelle condizioni, di punto a punto, nei momenti finali della gara in cui ogni azione è decisiva. Sarebbe stato il massimo poter mantenere un buon vantaggio per poi gestire il momento topico. Peccato perché mi è sembrato di rivedere la partita con la Fortitudo che, come Trieste, ha un palazzetto caldissimo. Ma nonostante la sconfitta il bilancio resta buonissimo. Quando questa estate è uscito il calendario non mi sarei mai aspettato di trovarci a questo punto in questa posizione di classifica. Questo perché ci sono squadre attrezzatissime che rendono altissimo il livello del girone. Piacenza è una di queste: speriamo di tornare a vincere ma non sarà facile. Speriamo che nonostante si giochi di martedì sera si possa comunque a-vere una buona risposta del nostro pubblico». Agostino Galegati


Comments are closed.