• 31/10/2016
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 31 ottobre 2016: L’OraSì cala anche il poker da big

La Voce di Romagna, 31 ottobre 2016: L’OraSì cala anche il poker da big

L’OraSì si aggiudica lina gara complicata facendo valere i suoi gradi proprio nei frangenti di difficoltà dimosttan-do di avere diverse frecce nel suo arco e trovando una certa solidità difensiva a tratti smarrita nel corso della serata. Recanati imposta la gaia sulla fisicità per imbrigliare il talento altrui e il piano di gioco regge a lungo poi, quando l’OraSì nova la chiave per crearsi un varco scivola lentamente indietro pur rimanendo in partita fino alla fine grazie a un monumentale Reynolds (28 punti, 9 reb 2 st per un 30 di valutazione) che si aggiudica il duello sul pari ruolo Smith che si difende alla grande segnando 15 punti, 5 reb, 2 ree e 2 st con 18 di valutazione al pari di Marks risultati i migliori della squadra ravennate. Veemente inizio degli ospiti che dopo la schiacciata di Marks in a-pertura piazzano un parziale di 11-2 costringendo Martino al ti-me out (4-11 al 5′). Continua la lotta fra i due centri americani con Reynolds a segnare 12 punti nel parziale cui risponde Smith segnando 8 dei dieci punti dell’Orasi che si trova dopo 7′ sul 10-15: la reazione dei ravennati con l’entrata di Chiumenti porta in un solo minuto il punteggio sul 15-17 ma a quel punto Bader, Marini e Loschi dagli otto metri, piazzano un parziale di 9-2 per il massimo vantaggio sul 26-19 con cui si chiude il primo quarto. Alla ripresa del gioco Sabatini ruba palla e va a segno, Chiumenti imbeccato da Smith e Tambone da tre piazzano un 7-0 che riporta in linea Ravenna per il time out di Calvani dopo 2′ sul 24-26, Smith due su due ai liberi e Masciadri da tre portano per la seconda volta in vantaggio Ravenna al 16′ sul 33-31, ma al 18′ c’è il nuovo pareggio a quota 37. Smith recupera palla poi va a segnare imitato da Marks e Sgorbati dalla lunetta fa toccale quota 42 all’Ora-Si prima che Sorrentino in percussione fissi a 2″ dalla sirena di metà gara il punteggio sul 42-39. Terzo quarto aperto da Masciadri e dai punti di Tambone per un 7-0 di parziale che sembra lanciale i padroni di casa che con Chiumenti autore di mi gioco da tre si portano sul 57-45 al 26′, massimo vantaggio della serata. La gara però non è chiusa perché l’Orasi improvvisamente non trova più la via del canestro e Bader e Spizzichini riportano Recanati in parità a quota 60 con un parziale di 15-3 che Tambone da ne e Sgorbati dalla limetta tamponano facendo chiudere avanti di 5 (65-60) il terzo parziale. Nel corso dell’ultimo quarto l’Orasi grazie a Sabatini e Marks si riporta al 35′ nuovamente sul +12 (78-66) ma Recanati non è ancora doma perché Reynolds, Pierini e Loschi rispondono fino al -3 (81-78 al 39′). L’ultimo minuto è palpitante: Marks è stoppato da Reynolds che poi esce per 5 falli con Raschi dalla limetta a scacciare la paura scesa sul Pala De André (84-79 a 20″) Pierini segna ancora da sotto, ma Masciadri ai liberi chiude la sfida che termina 87-81. Maurizio Coreni


Comments are closed.