• 10/10/2016
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 10 ottobre 2016: L’OraSì (stra)vince il derby

La Voce di Romagna, 10 ottobre 2016: L’OraSì (stra)vince il derby

Avanti così. L’OraSì supera l’esame Unieuro a pieni voti e continua la sua marcia di vertice. Una vittoria che vale molto, non tanto per il derby vinto, quanto per la prestazione brillante di tutto il complesso a tratti veramente spettacolare. Con uno Smith in grande spolvero si può veramente sognare anche perché Marks non forza un tiro e gioca di squadra, Chiumenti e Raschi sono due certezze e il resto del gruppo gira a meraviglia. Bel colpo d’occhio al Pala De André con un pubblico valutato oltre le duemila unità. Nessuna sorpresa in avvio con Smith che stoppa e schiaccia ma Forlì risponde con un parziale di 6-0. Ravenna è imprecisa da fuori e allora ci pensa Smith a segnare con il suo marchio di fabbrica. Esce Masciadri per Chiumenti e Tambone trova il pari. Il punteggio rimane in parità fino al 7′, quando Crockett impatta sul 10-10. Chiumenti e Marks allungano, Ferri dalla lunetta ne segna solo uno e allora è Sabatini ad erigersi a protagonista e a garantire il +7 all’OraSì. Blackshear risponde da sotto, ma Masciadri sulla sirena imbuca da tre per il 21-13 massimo vantaggio con cui si chiude il parziale. L’inizio del 2° quarto vede Forlì riportarsi sul -3 (23-20 al 12′) con Blackshear da sotto, Crockett e Vico da tre, ma i padroni di casa non si scompongono perché Raschi e poi Marks appena rientrato sul parquet ristabiliscono il divario sul + 9 dopo un solo minuto (29-20). Gli ospiti cercano di girare la gara con le iniziative di Crockett, mentre Masciadri compie il terzo fallo, ma Sabatini continua a imperversare e Raschi con un’altra “bomba” porta sul +11 (35-24 al 15′). L’Unieuro si tiene a galla grazie alla precisione dalla limetta, ma non riesce a ricucire lo strappo perché Smith sotto canestro è immarcabile tanto che prima dell’intervallo lungo va a segno due volte su rimbalzo d’attacco e poi stoppa Vico sulla sirena per il 46-36 finale. Tambone apre le danze nel terzo quarto, Ferri risponde da tre, poi Marks e Masciadri prendono in mano l’inerzia del match: Smith non si ferma e nemmeno Sgorbati in percussione (59-45 al 24′), ci prova La festa OraSÌ foto tratte dalla pagina facebook dell’Unieuro Rotondo colpendo da tre ma Forlì nonostante gli sforzi riesce a rosicchiare solo qualche punto, prima che Sgorbati in contropiede chiuda il tempo sul 69-57 per Ravenna. Nell’ultimo quarto l’Orasi dilaga dopo avere aperto con Chiumenti a segno su assist di Marks e con un parziale di 10-2 si porta sul +20 al 33′. Crockett è l’ultimo ad arrendersi (19 punti per lui alla fine, ma Smith segna il +23 (90-67 al 38′) prima che Paolin, Blackshear e Thiam riducano il divario sul -18 finale (92-74). Maurizio Coreni


Comments are closed.