• 12/10/2015
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 12 ottobre 2015: L’OraSì vede finalmente l’Aurora

La Voce di Romagna, 12 ottobre 2015: L’OraSì vede finalmente l’Aurora

Il playmaker, l’americano, lo specialista e il tuttofare. Ovvero Rivali, Deloach, Malaventura e Raschi. Sono questi i protagonisti della prima vittoria stagionale dell’OraSì Ravenna conquistata in casa dell’Aurora Jesi, arrivata grazie alla maggiore concretizza avuta nei momenti caldi della gara. Nel primo tempo è il solo Deloach a dettare i tempi, subito in competizione con il dirimpettaio Hunter e con Greene, tanto che per i tre la partita diventa una sorta di festival del tiro. Lo spettacolo non decolla e all’intervallo tra mille sbadigli si arriva con l’Aurora avanti 37-35. Al rientro in campo Ravenna fa le prove di fuga trovando in Raschi un cecchino perfetto (per lui 3/3 dal campo) fermato soltanto dai falli con Deloach che tenta il primo allungo, ma il solito Hunter lo vanifica. Pur senza brillare l’OraSì comanda i giochi, mostrandosi molto più concreta a rimbalzo, ma gli sforzi non portano a nulla tanto che Gueye con una tripla segna addirittura il sorpasso di Jesi al 35′. Finale ad alta intensità con Decisivi cinque punti consecutivi del playmaker e un canestro di Malaventura Deloach e Greene che segnano un canestro per parte poi è Smorto a mettere la firma con la tripla del 69-67, unica sua azione degna di nota della serata prima divenire spedito in panchina da Martino con tanto di rimprovero annesso. Il tabellone dice che mancano tre minuti e che Ravenna conduce 69-67 e in un simile momento chi potrà mai salire in cattedra? Ma Rivali naturalmente. Il play tascabile spara tanto per gradire un tiro piazzato e una tripla per il 74-70, poi se ne va dalla luce dei riflettori lasciando la scena agli altri, tanto anche questa sera il suo lo ha abbondantemente fatto. Jesi perde letteralmente la testa e inizia a sparacchiare da ogni posizione con Greene che al 39′ commette un banale fallo di frustrazione regalando la rimessa ai romagnoli. Mancano pochi secondi alla fine e la logica direbbe che Jesi deve commettere fallo non avendo ancora il bonus, ma tutti se ne dimenticano e così la palla arriva nelle mani di Malaventura uno che di questi palloni incandescenti ne ha avuti parecchi da gestire negli ultimi anni. L’ex Napoli non si scompone, arresto e tiro da posizione defilata con l’uomo davanti e canestro pulito. Tutti a casa. Sul 76-71 l’Aurora è ormai a tappeto: Santiangeli e Hunter sbagliano e allora il punto esclamativo lo mette Masciadri con una tripla. Ravenna si sblocca e sbanca Jesi vincendo la prima gara in campionato pur non brillando, ma mostrandosi squadra e questo sinceramente è ciò che conta. Luca Del Favero


Comments are closed.