• 10/05/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Corriere di Romagna, 10 maggio 2013: L’Acmar si fa ipnotizzare dal Castelfiorentino

Corriere di Romagna, 10 maggio 2013: L’Acmar si fa ipnotizzare dal Castelfiorentino

Abc Castelfiorentino-Acmar Ravenna 97-91
ABC: Montagnani 10 (2/3, 2/5), Tommei 10 (2/4, 2/2), Belli ne, Zani 10 (4/8, 0/4), Alloatti 12 (5/9, 0/1), Procacci 11 (1/2, 3/5), Squarcina 14 (4/5, 2/4), Venucci 26 (8/10, 1/2), Calvani ne, Puccioni 4 (1/3). All.: Angelucci.
ACMAR: Cernivani 0 (0/1 da tre), Penserini 8 (1/3, 2/3), Amoni 22 (0/2, 6/9), Cicognani 10 (4/8), Rivali 14 (3/7, 0/3), Bedetti 19 (5/12, 3/7), Bastoni, Broglia 18 (7/9, 0/1), Locci, Frigoli ne. All.: Giordani.
ARBITRI: D’Orazio di Vittorio Veneto e Gallo di Monselice.
PARZIALI: 22-21, 53-38, 74-63.
TIRI LIBERI: Castelfiorentino 13/18. Ravenna 18/25,
TIRI DA DUE: Castelfiorentino 27/44. Ravenna 20/41.
TIRI DA TRE: Castelfiorentino 10/23. Ravenna 11/24.
 
CASTELFIORENTINO. Castelfiorentino inespugnabile per l’Acmar, il miglior attacco questa volta fa la voce grossa contro la miglior difesa e la semifinalista si deciderà domenica alle 19 (97-91). I giallorossi hanno pagato una serata nella propria metà campo deficitaria e un parziale 24-6 nel secondo quarto che aveva messo in salita la partita.
 
Equilibrio iniziale. Nei primi 140” Castelfiorentino cerca subito la via di fuga con un parziale 7-0 da cui la formazione di Lanfranco Giordani si riprende rapidamente e nel giro di due conclusioni, le triple di Penserini e Bedetti, la partita è riaperta e sulle due azioni successive Penserini e Cicognani completano il parziale 0-10 e il primo vantaggio ai romagnoli (7-10). Come già nella prima partita la percentuale da fuori dell’Acmar è da cecchini (15-16 con Bedetti) ma non sono da meno i toscani che con Montagnani mantengono in altalena la partita (22-18) con la frazione che si chiude con il minimo divario tra le due squadre (22-21 sulla tripla di Amoni).
 
Caduta Acmar. L’avvio del secondo quarto rispecchia quanto visto nel primo con l’Abc che farà valere il suo potenziale offensivo da primo attacco della stagione regolare e spinge sull’acceleratore con il capitano Zani e Montagnani che sfruttano anche un paio di ingenuità nel gestione della palla dei romagnoli (28-21 all’11’). A nulla valgono le alchimie, offensive e difensive, cercate dal proprio tecnico, l’Acmar lascia praterie nella propria metà campo e crolla sul -19 (46-27). grazie a un immarcabile Venucci. I giallorossi provano a scuotersi e ritornano sul -10 (48-38 a -20” dall’intervallo lungo) ma le ultime due conclusioni riportano i fiorentini sul +15 con Montagnani e Venucci (53-38) che viene imitato sul 66-50 del 27′ nonostante una maggiore pressione soprattutto sotto i tabelloni voluta da coach Giordani.
 
Rimonta incompleta. Squarcina cade nel tecnico e Ravenna capitalizza ritornando a -7 (66-59) sulla tripla di Bedetti ma spreca le occasioni per riaffiorare in linea di galleggiamento, Zani e Venucci la puniscono per il 74-63 al 30′. Ma i segnali di risveglio ravennate sembrano diventare sempre più vitali: Rivali realizza in contropiede i suoi primi punti dal campo in serata (76-70 a -8’30”) ma Castelfiorentino ritorna a comandare con un nuovo parziale 12-2 (88-72 a -5’10”). Ravenna prova a giocare il tutto per tutto, quando mancano 68” il divario è di solo due possessi (96-91) ma Amoni fallisce la tripla del -2 a -50”, Venucci realizza il libero che stende definitivamente Ravenna. Già oggi parte la prevendita per domenica: 10-17 nella sede di Via della Lirica, 17-19 al PalaCosta.
Agostino Galegati


Comments are closed.