• 03/04/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 3 aprile 2013: Acmar, parla Broglia alla ripresa degli allenamenti

La Voce di Romagna, 3 aprile 2013: Acmar, parla Broglia alla ripresa degli allenamenti

Si è ritrovata in palestra, dopo quattro giorni di riposo, l’Acmar Ravenna: un vero e proprio toccasana queste festività pasquali perché hanno permesso ai giallorossi di staccare la spina e recuperare dagli acciacchi in previsione della parte finale di stagione che si prevede molto dura e impegnativa.

“Questi quattro giorni ci hanno fatto sicuramente bene sia a livello psicologico che a livello fisico – analizza Broglia – perché avevamo diversi giocatori acciaccati che hanno approfittato di questi giorni per recuperare“. La vittoria contro Cecina ha dato la netta sensazione che l’Acmar, pur avendo raggiunto il primo posto matematico, non abbia intenzione di mollare un centimetro. “Ogni volta che scendiamo in campo – conferma Broglia – lo facciamo per vincere, al di là del piazzamento in classifica: dobbiamo mantenere alta la tensione e il livello di intensità, senza mollare mai un centimetro. Sicuramente questo scorcio finale di stagione sarà importante per recuperare gli infortunati e gli acciaccati per fare in modo di arrivare al top all’inizio dei playoff ma vogliamo vincere tutte le partite”.

Proprio Broglia nel mese di febbraio aveva accusato un piccolo calo di forma, ampiamente superato come dimostrato dalla Final Four di Coppa Italia e dalle ultime uscite in cui l’ex Angels è stato travolgente. “Vincere la Coppa Italia ed il titolo di MVP – analizza l’ala-pivot pesarese – mi ha dato tanta carica in più: ci sta durante la stagione di avere alti e bassi, per certo non è mai mancato il mio impegno e la mia intensità, sia in partita che in allenamento. Questa squadra ha dimostrato di essere formata da giocatori veri che non si sono mai tirati indietro e che hanno saputo aspettare il momento giusto per farsi trovare pronti, basti vedere i giovani nelle ultime partite. Siamo pronti per i playoff e non vediamo l’ora di giocarli”.

Inevitabile per i giallorossi dare un’occhiata alle possibili avversarie dei quarti di finale dei playoff: Broglia non teme nessuno. “A livello di roster – analizza “l’illusionista” ravennate – le due squadre più temibili sono sicuramente la Virtus Siena e la Tramec Cento: a Siena abbiamo disputato una brutta partita, innervosendoci e non riuscendo a dimostrare il nostro valore; se da un lato un incrocio con loro potrebbe essere da evitare, dall’altro la voglia di rivincita potrebbe darci ulteriori motivazioni. Contro Cento, squadra esperta e lunga, siamo scesi in campo con tante assenze ma nonostante questo abbiamo fatto una buona prova, grazie all’apporto dei giovani. Sono convinto che noi dobbiamo guardare esclusivamente a noi stessi perché abbiamo dimostrato che, se riusciamo a esprimere la nostra pallacanestro fatta di intensità e intelligenza cestistica sui 40 minuti, siamo difficili da fermare e poi comunque nei playoff bisogna battere tutti per cui un avversario vale l’altro”.

Riccardo Sabadini


Comments are closed.