• 24/03/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 24 marzo 2013: Le Tramec dell’Acmar riescono pure con un k.o.

La Voce di Romagna, 24 marzo 2013: Le Tramec dell’Acmar riescono pure con un k.o.

La forza della Tramec, squadra tattica, molto esperta, capace di giocarsela alla pari anche con chi guarda dall’alto tutte le altre componenti del girone, ma anche la grave emergenza dell’Acmar, presentatasi a Cento senza Bastoni, Broglia, Amoni (febbricitante) e Ricci (distorsione alla caviglia riportata venerdì) e con Cernivani a mezzo servizio, causa contusione alla schiena di un paio di settimane fa, e ancora la grande voglia di Cento di cancellare la striscia negativa di tre giornate e di rimanere salda in zona playoff.
Si spiega anche così il successo dei ferraresi sulla capolista: un risultato che però l’Acmar accetta col sorriso sulle labbra. La contemporanea sconfitta di Empoli a Montegranaro (73-70 dopo un supplementare) regala ai bizantini la matematica certezza del primo posto, a cinque giornate dalla fine.

La partita. Batti e ribatti fino al 5′, quando un canestro di Cicognani firma il 7-6 con un canestro da fuori: sarà, incredibilmente, l’ultimo del primo quarto. L’Acmar sbaglia l’impossibile e vive il peggior periodo del match, Cento invece stringe sempre più le maglie difensive e trova più volte la strada gusta per aumentare il distacco. Il primo break è impressionante, 13-0, e i primi 10 minuti si concludono sul 20-6.
Il lunghissimo digiuno ospite viene interrotto solo all’11’ dal tiro da tre di Delvecchio, subito accompagnato da Cicognani (22-11). I padroni di casa continuano a macinare gioco e punti, e Bona al 15′ ripristina il distacco, 30-13. L’unico modo per tornare in partita è scaldare la mano dall’arco, e l’invito viene accolto da Penserini che infila ben due triple consecutive (32-21 al 17′), ma il solito Bona replica con la stessa moneta, mandando all’aria quanto di buono costruito. Prima di tornare negli spogliatoi, l’Acmar prova a reagire con Rivali (top scorer a quota 20, nella foto) e Cernivani, ma si è ancora sul 37-26. La musica non cambia neanche nel terzo quarto, che scivola via senza troppi scossoni (52-41). I primi 7′ dell’ultimo quarto offrono il solito copione, Cento conduce mantenendo Ravenna distanza di sicurezza, 67-55.
Poi, però, qualcosa cambia. Rivali sale in cattedra e trascina i suoi fino al -7, 67-60, riaprendo di fatto i giochi, Penserini addirittura tocca quota -6, 68-62, approffittando della stanchezza dei locali. Ma il team di Giuliani sa di non poter falli, e con un ultimo sforzo, e Rorato e Nieri perfetti dalla lunetta sul fallo sistematico, blinda il risultato sul 72-65.


Comments are closed.