• 19/03/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 19 marzo 2013: Nella Coppa tre dediche del pres Vianello

La Voce di Romagna, 19 marzo 2013: Nella Coppa tre dediche del pres Vianello

E’ raggiante e non potrebbe essere altrimenti Roberto Vianello: i suoi ragazzi gli hanno regalato il primo trofeo della sua gestione, una Coppa Italia mai conquistata finora nella storia del sodalizio bizantino ed ottenuta con il piglio della grande squadra che ha annientato in semifinale la favoritissima Corato e poi, con una prova quasi perfetta, la Royal Castellanza. Nonostante alcuni problemi fisici che hanno tenuto Cernivani fuori dalla semifinale e Bastoni dalla finalissima, i giallorossi hanno saputo compattarsi e disputare due prestazioni di altissimo livello, trascinati da un Giorgio Broglia straordinario, premiato giustamente MVP della manifestazione, e guidati dal timoniere Eugenio Rivali che ha dimostrato una volta di più di essere un giocatore di ben altra categoria. E’ stata comunque la vittoria di tutto il collettivo giallorosso perché ogni giocatore sceso in campo è stato in grado di portare un contributo alla causa e anche il presidente Vianello ci tiene a fare un plauso ai suoi.

“Sono veramente felice ed emozionato per un successo meritato e gratificante – esordisce  il presidente giallorosso – e ci tengo a fare i complimenti ai giocatori, allo staff e alla dirigenza, elementi che con la loro solidità e compattezza ci stanno permettendo di fare grandi cose nel corso di questa stagione. Sto ricevendo messaggi di felicitazioni da ogni parte d’Italia da persone che, grazie alla diretta televisiva, per la quale ringrazio SportItalia e la LNP, hanno potuto assistere alla Final Four e sono sinceramente commosso da tutto l’affetto che percepisco intorno a noi”.

Il patron del Basket Ravenna ci tiene a dedicare questo successo ad alcune persone speciali. “In prima battuta – prosegue Vianello – vorrei dedicare la vittoria al nostro ex vice presidente Giorgio Morigi. Sapevamo quanto tenesse a vincere qualcosa con il Basket Ravenna e avremmo voluto festeggiare insieme a lui ieri sera. Un’altra persona che vorrei ricordare è Piersante Manetti, senza il quale mai mi sarei appassionato a questo sport e mai avrei pensato di investire nel Basket Ravenna. Ultimi, ma non per importanza, sono i miei genitori, che hanno cresciuto un figlio così “sciocco” da appassionarsi così tanto a questo sport e a questa squadra e che sarebbero stati davvero felici per questo traguardo”.

La Coppa Italia conquistata è sicuramente un successo importante ma non il principale obiettivo della stagione giallorossa. Vianello ci tiene infatti a tenere alto il livello di attenzione sulle partite che verranno e che potrebbero regalare a Rivali e compagni un traguardo di ben altra caratura, la promozione in categoria superiore. “La Coppa Italia – conclude il presidente del Basket Ravenna – va festeggiata in queste ore, perché sabato riprenderà il campionato. Ci manca un successo per conquistare la prima posizione matematica in vista dei playoff e sarebbe importante raggiungere la tranquillità il più in fretta possibile per poter preparare i playoff nelle migliori condizioni fisiche, tecniche e mentali. Abbiamo raggiunto un obiettivo di cui siamo molto contenti, ma ciò per cui lavoriamo da inizio stagione si decide nel mese di maggio e non possiamo permetterci di staccare mentalmente”.

Riccardo Sabadini


Comments are closed.