• 03/03/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Corriere di Romagna, 3 marzo 2013: L’Acmar a Siena si gioca il primo match point

Corriere di Romagna, 3 marzo 2013: L’Acmar a Siena si gioca il primo match point

RAVENNA. L’Acmar al primo match-point per assicurarsi il primo posto matematico in stagione regolare con sette giornate di anticipo. Oggi a Siena (ore 18, arbitri Canazza di Solesino e Vantini di Verona) per la formazione di Lanfranco Giordani sarà inoltre la partita di due prime volte: quella del capitano Francesco Amoni in casa della squadra con cui ha vinto lo scudetto under 19 del 2003 a Rimini e di Fabio Bastoni, neo acquisto giallorosso. I nomi dei dieci che scenderanno in Toscana presentano ancora un punto interrogativo, quello di Eugenio Rivali che ha ripreso con il gruppo ma le sue condizioni non sono ancora ottimali. La Virtus, uno dei vivai più attivi in Italia, arriva da uno scalpo illustre, quello di Firenze in casa della seconda della classe e oggi l’Acmar dovrà stare particolarmente attenta ad affrontare con il giusto approccio l’impegno delicato. “Affrontiamo una squadra molto particolare – avverte coach Giordani -, che reputo più forte di noi nel talento puro. A favore nostro ci sono l’esperienza e il mestiere, aspetti che dovremo fare pesare di fronte ad una formazione che schiera molti ragazzi giovani di cui a mio giudizio sentiremo parlare a lungo. La spina dorsale è costituita dal playmaker Filippo Alessandri e dai lunghi Thomas De Min e Andrea Colli.La partita di Firenze ha messo in mostra Oliva, un ragazzo classe 1996 che per qualità e talento può arrivare il palcoscenici veramente importanti, ma non è il solo elemento pericoloso. Ci sono anche due giocatori nel giro della Nazionale Under20 come Bianconi e Pascolo, e una guardia interessante come Gerlando Imbrò”.
Ma il tecnico romagnolo ha pronte le contromisure. “Non sarà una partita semplice – conclude -, la Virtus è in grande crescita e ha vinto sul campo di Firenze la settimana scorsa. I giocatori più giovani stanno prendendo coscienza dei propri mezzi e per noi sarà importante riuscire a contenerne gli entusiasmi. Questa partita si vince controllando il ritmo, facendo un partita di grande sostanza e senza errori. Un altro aspetto dominante sarà il controllo dei rimbalzi, prevedo una grande lotta sotto i tabelloni.”
Agostino Galegati


Comments are closed.