• 17/02/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 17 febbraio 2013: Dopo 20 gare da E.T. l’Acmar torna sul Globo

La Voce di Romagna, 17 febbraio 2013: Dopo 20 gare da E.T. l’Acmar torna sul Globo

L’anticipo della ventunesima giornata di campionato che ha portato i giallorossi ad affrontare la Globo Stamura sul parquet “neutro” del PalaSport di Cervia ha registrato la prima sconfitta per la squadra di Giordani. La squadra dorica, per nulla disposta al ruolo di vittima predestinata, sia pure rimaneggiata per l’assenza del suo capitano Pierlorenzi, squalificato, e anche del suo centro Baldoni, è apparsa sin da subito intenzionata a contrastare la marcia della corazzata ravennate. Amoni e compagni, ufficialmente ospiti ma di fatto padroni di casa, hanno accusato la foga e l’ardore agonistico avversario, finendo sommersi dalle triple di GIampieri e Chiorri che specie nell’ultimo periodo hanno scavato il gap fra le due squadre.
La gara si apre con il primo canestro di Broglia, cui risponde Simone Centanni con una bomba. Da quel momento le squadre si sorpassano una con l’altra senza mai prendere un consistente vantaggio e così si passa dal +4 (12-8) al 3’25” al +3 per l’Acmar a 6’34” con i sette punti di Penserini, fino alla chiusura del quarto con il tap in di Cesana per il 20-19 marchigiano. Nella seconda frazione, dopo un tentativo di allungo avversario sono i giallorossi ad assumere il comando delle operazioni e con un parziale di 20-6 chiudono la prima metà di gioco grazie alle iniziative di Bedetti. Il vantaggio giallorosso si dilata in apertura di ripresa andando a toccare il +23 (53-30) con la schiacciata di Cicognani quando il cronometro segna 4’03”. Da quel momento scende il buio tra i ravennati e grazie al tiro da tre gli anconetani piazzano un parziale di 12-0 che riapre il divario e riporta il divario a meno sette sulla sirena. Si aspetta il solito finale con il turbo dei ragazzi di Giordani ma non è così: il divario si accorcia sempre di più ed è Chiorri che impatta sul 61-61 a 5’34” dal termine. La truppa giallorossa è in grande affanno e prima Pozzetti poi ancora Chiorri portano la propria squadra al +6 a 4’23”: distacco che rimane invariato nonostante i sussulti di un indomito Bedetti che chiude con un proprio canestro la deludente partita dei suoi.
Si chiude a venti la serie di partite utili per l’Acmar Ravenna: un record comunque difficilmente eguagliabile che la dice lunga sul valore tecnico e morale di questo gruppo che, non appena leccate le ferite, sarà pronto a ripartire alla carica da domenica prossima contro Castelfiorentino al “Costa”.

 

Maurizio Coreni


Comments are closed.