• 16/02/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Il Resto del Carlino, 16 febbraio 2013: Acmar cerca il sigillo numero 21, ma il ‘Lupo’ predica prudenza

Il Resto del Carlino, 16 febbraio 2013: Acmar cerca il sigillo numero 21, ma il ‘Lupo’ predica prudenza

OBIETTIVO ventuno. Dopo il 79-73 casalingo di domenica scorsa contro Montecatini, l’Acmar Ravenna rimette in palio la propria imbattibilità che dura da 20 giornate. Avversario il Globo Ancona, penultimo della classe a quota 12 in condominio con Civitanova. Si gioca oggi a Cervia — palla a due alle 19, arbitri D’Arielli di Francavilla a Mare e Fernando De Panfilis di Pescara, ingresso libero — ma… fuori casa. I ravennati, che in classifica viaggiano a +12 su Firenze, saranno infatti ospiti del quintetto dorico che ha il proprio campo squalificato. Ancona ha dovuto scegliere un campo di gioco ad almeno 80 km di distanza e così, di comune accordo con l’Acmar, la decisione è caduta sul palasport di via Pinarella che, nella memoria degli sportivi ravennati, evoca se non altro un piacevole e suggestivo ricordo, ovvero quello della promozione in A2 nel 1995 del sodalizio dell’indimenticato patron Piersante Manetti. «Sono contento di giocare a Cervia, praticamente a casa mia — ha commentato coach Giordani — davanti a tante persone che conosco. Da parte nostra sarà importante affrontare la partita con la solita professionalità, senza guardare la classifica, perché Ancona è un’avversaria sempre molto pericolosa. L’inserimento di Centanni garantisce ulteriore personalità sul perimetro ad una squadra che aveva già a disposizione elementi importanti come Baldoni e Redolf».
ANCONA, pur navigando in acque poco tranquille e pur essendo reduce da un solo successo nelle ultime otto giornate (nello scontro diretto casalingo contro il Costone Siena), non va presa sottogamba. Da tenere d’occhio l’ala Matteo Redolf, bomber con 212 punti e il 42% al tiro, e il centro Lorenzo Baldoni con 196 punti e il 44% al tiro. Il miglior rimbalzista (135) era l’argentino Chiaramello, tornato in patria da qualche settimana.
Il libro dei precedenti racconta che il match odierno è il sesto capitolo della storia recente delle sfide tra le due squadre. Ravenna conduce nettamente 4-1 e anche all’andata vinse a mani basse 71-59 senza troppo penare. In casa ravennate, a vestire la maglia dell’ex sarà Stefano Cernivani, che ha giocato nella Dorica in Dnb nel 2009, al debutto in un campionato senior. Prima di arrivare alla corte di coach Giordani, la guardia triestina ha giocato due stagioni a Civitanova in Dnb.
Sugli altri campi: Empoli (26)-Senigallia (16), Montegranaro (22)-Costone Siena (8), Virtus Siena (18)-Cento (20), Rimini (14)-Livorno (18), Castelfiorentino (18)-Cecina (24), Civitanova (12)-Montegranaro (22), Montecatini (26)-Firenze (28)

Roberto Romin


Comments are closed.