• 08/02/2013
  • News
  • Commenti disabilitati su Acmar Ravenna – Missardi Montecatini, il prepartita di coach Lanfranco Giordani

Acmar Ravenna – Missardi Montecatini, il prepartita di coach Lanfranco Giordani

L’Acmar affila le armi verso il big match del ventesimo turno di DNB. Ospite del PalaCosta sarà infatti quella Missardi Montecatini che viaggia da prima inseguitrice dei giallorossi, appaiata all’Affrico Firenze al secondo posto in classifica.
Coach Lanfranco Giordani è conscio degli stimoli e delle insidie di un match assai stimolante: “Credo che in questo periodo Montecatini sia la squadra più in forma del campionato insieme a noi. Sono stati costretti a rinunciare a un pivot del calibro di Roberto Casoli, ma hanno assorbito positivamente l’imprevisto riuscendo a rimanere nelle prime cinque della classifica per tutto il campionato. Sono stati capaci di vincere anche senza un giocatore come German Scarone in un campo difficile come quello di Cecina, ennesima dimostrazione di come la reale forza della Missardi sia il gruppo”.

 
Giordani dettaglia la propria risposta: “La Missardi gioca con grande vigore agonistico ed è ben schierata in campo da un allenatore che conosco e stimo tanto come Federico Barsotti. Affrontiamo una squadra che sta attraversando un ottimo momento e può valere come un test molto indicativo sulla nostra tenuta attuale”.

 

L’Acmar, per contro, sta meglio di una settimana fa, ma non può ancora dirsi libera dai problemi fisici: “Veniamo da un periodo di acciacchi abbastanza importante che ha rallentato il nostro abituale ritmo di lavoro. Rivali sta meglio, ma Bedetti non ha giocato l’amichevole di giovedì per un colpo subito in allenamento mercoledì e non sappiamo bene le sue condizioni; inoltre l’influenza, che aveva colpito Amoni nel weekend, ha fermato anche altri giocatori all’inizio della settimana. Il peggio sembra passato, ma la brillantezza che abbiamo messo in campo altre volte sarà difficile da riproporre domenica”.

A cosa deve fare attenzione l’Acmar?
“Dobbiamo curare in maniera particolare un giocatore d’esperienza come German Scarone, che sa esaltarsi in palcoscenici importanti e certamente non vorrà fare brutta figura in una terra che è diventata sua come la Romagna. MI piace molto anche Giarelli, che sta facendo molto bene e domenica scorsa ha segnato 28 punti: è uno tra i migliori giocatori del campionato, considerando anche il fatto che sia nato nel 1993. Dovremo curare bene anche un emergente come Matteo Russo”.

Quali sono le motivazioni dell’Acmar?
“Vorremmo ringraziare il nostro pubblico per il tifo nel derby di domenica scorsa con una grande prestazione e possibilmente con un’altra grande vittoria. Sarà complicato, ma vogliamo uscire vincitori anche da questa battaglia”.  


Comments are closed.