• 04/02/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 4 febbraio 2013: Amoni capitano coraggioso, Rivali direttore d’orchestra, Bedetti MVP

La Voce di Romagna, 4 febbraio 2013: Amoni capitano coraggioso, Rivali direttore d’orchestra, Bedetti MVP

Frigoli ne
Cernivani 6,5: ordinato e preciso, l’ex Civitanova si nota a stento anche se non appena viene chiamato in causa trova due dei suoi missili terra aria che l’hanno portato ad essere uno dei beniamini dei tifosi giallorossi. Nel secondo tempo si limita a dare una mano soprattutto nella metà campo difensiva.  
Penserini 6,5: l’esterno ex Senigallia sta senza dubbio tornando sui livelli dello scorso anno e delle prime uscite in maglia giallorossa. In attacco trova spesso la via del canestro, soprattutto in campo aperto ma è in difesa che è un fattore cancellando praticamente dal campo Hassan e producendo alcuni recuperi di cattiveria agonistica pura.
Amoni 7: l’altro grande protagonista in dubbio alla vigilia gioca un primo tempo che fa capire che la febbre non era solo pretattica; poi da capitano coraggioso qual è, nel momento della massima difficoltà giallorossa, si carica la squadra sulle spalle mandando a bersaglio 13 punti tra terzo periodo e inizio quarto, proprio quando la partita avrebbe potuto prendere la strada di Rimini. Capitano Coraggioso.
Cicognani 6: una media tra il sette del primo quarto e il cinque del resto della partita. Parte alla grande, con uno schiaccione che manda in delirio il settore ospite e comunque fa sentire la sua presenza a centro area e a rimbalzo, pur subendo il tiro dalla media di Squeo. Poi un paio di stoppate subite proprio dal lungo riminese e qualche contatto non sanzionato dai grigi lo mandano fuori giri ed ecco che Giacomo torna quello di inizio campionato, esitante e timoroso nei pressi dell’anello. Tutto sommato però una prestazione sufficiente.
Rivali 7: e per fortuna che non avrebbe dovuto prendere parte al match… Dirige l’orchestra giallorossa da par suo, armando a turno le varie bocche da fuoco e non perdendo la calma nemmeno durante la mareggiata del terzo quarto. Eccezionale nel quarto periodo quando, con la sua straordinaria capacità di mettersi sulle linee di penetrazione degli avversari, subisce un paio di sfondamenti che contribuiscono al parziale decisivo. E quando Rimini prova a rifarsi sotto è glaciale con il 2/2 dalla linea della carità. Chiude con 8 recuperi, 4 assist e 7 falli subiti.
Bedetti 8: onestamente una volta di più dimostra che per questa categoria è un alieno. Nessuno dei Crabs può contenere il suo primo passo esplosivo, quando si scatena in campo aperto è semplicemente inarrestabile. Primo tempo sensazionale, nel terzo quarto cede il proscenio ad Amoni prima di tornare ad essere decisivo con i furti ed i canestri che chiudono la contesa.
Ricci ne.
Broglia 6: sufficienza stiracchiata per l’ex di giornata. Parte con la faccia di chi vorrebbe spaccare il mondo ed è oggettivamente un fattore sotto i tabelloni ospiti; poi, complici un paio di fischiate contrarie, si innervosisce ed esce dai binari della partita, commettendo banali errori al tiro da sotto e palle perse non da lui. Si riscatta solo in parte con 12 palloni catturati a rimbalzo.
Locci sv: una fugace apparizione sul finire del primo quarto che non lascia nessuna traccia sul match.


Comments are closed.