• 03/02/2013
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su La Voce di Romagna, 3 febbraio 2013: Giordani fa le carte al derby: “Che interesse per la sfida dei singoli”

La Voce di Romagna, 3 febbraio 2013: Giordani fa le carte al derby: “Che interesse per la sfida dei singoli”

E’ carico come al solito Lanfranco Giordani che, al pari del suo vice Gabriele Ceccarelli e di alcuni suoi giocatori, vivrà una giornata particolare in quanto ex di turno.  “Ho molti amici e tanti ricordi positivi a Rimini – commenta Giordani – e la sensazione che provo pensando al fatto che giocherò una partita così stimolante al Flaminio è davvero piacevole. Vivo una condizione particolare: questo sarà il mio primo derby a livello senior, e si giocherà laddove ho allenato a lungo: non so cosa mi aspetta ma sono certo che l’emozione resterà marginale, almeno durante la partita”.

La settimana dell’Acmar non è di certo stata delle migliori per approcciare una partita così delicata: prima il problema di Rivali alla caviglia, poi la forma virale che ha colpito capitan Amoni e che probabilmente terrà ai margini entrambi dalla partita. Giordani però tiene aperta una piccola speranza. “Abbiamo vissuto una settimana complicata perché Rivali è fermo da domenica per l’infortunio alla caviglia. Inoltre mercoledì ci siamo allenati senza gli Under, impegnati in una partita giovanile, e da giovedì stiamo facendo a meno di capitan Amoni. La sommatoria di questi problemi è che abbiamo vissuto una settimana intensa ma non di grande qualità, e questo mi preoccupa. In vista di domenica faremo di tutto per portare nei dieci Amoni e Rivali: al momento è molto difficile che riescano a scendere in campo, ma voglio lasciare loro una porta aperta, confidando nel lavoro dello staff medico e nella forza dei miei atleti”.

L’avversario di giornata è di quello da prendere molto con le molle: Rimini infatti è in un ottimo momento di forma, reduce dalla prima vittoria esterna stagionale e coach Giordani è consapevole di questo.  “La partita di domenica vale moltissimo per i Crabs e una loro vittoria potrebbe cambiare il volto della loro stagione. Arrivano a questa partita in un momento complicato per noi e potranno trarre ulteriore vantaggio dalle nostre condizioni fisiche e saranno certamente molto determinati. La classifica dice che i favoriti siamo noi e accettiamo questo ruolo, ricordandoci però che si scende in campo sullo 0-0 e che ogni canestro andrà costruito e guadagnato sul campo”.

“Vedo tanti bei duelli a livello di singoli – prosegue nell’analisi Giordani – e dico che, se da un lato ci sono tanti punti di distacco in classifica, dall’altro il loro talento individuale non è inferiore al nostro. In qualche ruolo siamo più pronti per numeri ed esperienza, ma in altri potremmo anche soccombere: basti pensare che un giocatore come Lorenzo Brighi, che ho allenato tanti anni e reputo tra i migliori talenti del nostro campionato, esce come ottavo uomo di rotazione. Dovremo pertanto prestare grande attenzione ai nostri avversari, sapendo che saranno la capacità di essere squadra e di giocare certi momenti della partita a fare la differenza”.

La speranza è quella di avere una bella cornice di pubblico per un derby che promette scintille. “Spero che ci sia una grande cornice di pubblico – conclude il coach giallorosso –  perché queste squadre lo meritano. Vorrei fare divertire la gente: la cosa più bella sarebbe fornire una bella pallacanestro da parte di entrambe le squadre, offrendo a chi viene al Flaminio una bella giornata di sport amplificata da tutta l’enfasi propria di un derby”.

Riccardo Sabadini


Comments are closed.