• 30/12/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’imbattuta Acmar di Giordani ospite dell’ultima della classe

L’imbattuta Acmar di Giordani ospite dell’ultima della classe

Lo splendido Natale che ha vissuto l’Acmar Ravenna è già alle spalle perché ora si torna a fare sul serio in campionato. Gli uomini di Lanfranco Giordani hanno il compito di chiudere il 2012 imbattuti e, per farlo, devono sbarazzarsi dell’ostacolo Costone Siena.

Il tecnico ha radunato i suoi giocatori nel pomeriggio di giovedì, dopo tre giorni di meritato riposo natalizio, che i giallorossi hanno trascorso con i propri familiari. Ma la voglia di tornare al lavoro non è mancata agli uomini di Giordani, che sono tornati ad allenarsi con rinnovato vigore in vista di questo ultimo impegno dell’anno.

“Ho visto i ragazzi decisamente collegati, sono rimasto davvero impressionato – afferma il tecnico – perché dopo le feste e sull’onda di una striscia come quella che stiamo cavalcando, una mezza giornata meno efficace poteva anche capitare. Invece i giocatori si sono presentati con il piglio giusto e con tanta voglia di correre, difendere e andare a rimbalzo, quindi abbiamo prodotto davvero un buon allenamento”.

In casa giallorossa l’obiettivo è quello di chiudere il girone di andata con quindici vittorie su quindici ma, per ottenere questo prestigioso traguardo, mancano ancora due confronti, il primo dei quali è appunto quello di Siena di domenica prossima. La squadra toscana sta stentando moltissimo in campionato ed occupa l’ultima posizione con due sole vittorie all’attivo, l’attacco meno prolifico del campionato ma, sorprendentemente, la terza migliore difesa del torneo. Il confronto tra Costone e Acmar rappresenta quindi il più classico dei testacoda e, proprio per questo, non lascia tranquillo Giordani, conscio del fatto che sfide come questa nascondono sempre diverse insidie.

“La formazione toscana è difficile da affrontare – conclude il tecnico -. Sta sicuramente pagando l’assenza prolungata del realizzatore Gambelli, ma non per questo va sottovalutata: per noi sarà importante restare sul pezzo perché il gap tecnico che esiste sulla carta va poi confermato sul campo. Bisogna prendere queste partite con le pinze, stando molto attenti perché nello sport il risultato va conquistato giorno dopo giorno”.

da “Il Resto del Carlino”


Comments are closed.