• 12/12/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Acmar, ecco Broglia: “I nostri segreti? Il grande gruppo e il genio di Rivali”

Acmar, ecco Broglia: “I nostri segreti? Il grande gruppo e il genio di Rivali”

Giorgio Broglia è il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere a disposizione; con la sua versatilità consente all’Acmar di strutturarsi in maniera diversa a seconda che giostri in posizione di numero “3” o “4” mettendo in crisi le difese avversarie. Se a tutto questo ci aggiungete la malizia di un veterano, nonostante i 26 anni, e le indubbie qualità tecniche, capirete ben presto perché Giorgio sia una pedina fondamentale nello scacchiere di Lanfranco Giordani. A Cecina il suo ingresso in campo è coinciso con il risveglio dei giallorossi anche se l’ala ex Santarcangelo si schermisce.

“Siamo partiti male – analizza lucido Broglia –  facendoci cogliere un po’ impreparati, sbagliando tiri aperti e questo, insieme alla grande aggressività difensiva, ha consentito loro di prendere fiducia; piano piano, nel corso della partita ci siamo compattati rimontando punto su punto fino a trovare la zampata giusta nel finale. Io sono entrato in un momento difficile e ho cercato di fare le cose che servivano alla squadra, sono contento di essere stato utile ad arginare l’emorragia iniziale ed aver portato un buon contributo”.

L’Acmar ha dimostrato finora di essere più forte di tutte le avversità, venendo a capo di situazioni difficili, grazie alla forza del collettivo. “Il nostro punto di forza? Ci alleniamo sempre bene, con grande intensità, siamo un gruppo di ragazzi che stanno bene insieme e l’unione si vede sul campo e la striscia di vittorie ci ha dato grande fiducia nei nostri mezzi. Nei momenti difficili poi possiamo contare su un giocatore come Eugenio Rivali che fa la differenza; sono tanti anni che giochiamo insieme, quando la palla scotta lui sa sempre cosa fare, trasmette tranquillità ai compagni e rende tutto più semplice. Siamo comunque una squadra difficile da arginare perché possiamo essere tutti pericolosi e nei momenti critici ogni volta c’è un giocatore che sa esaltarsi e salire di livello”.

Undici vittorie in altrettante partite, sei punti di vantaggio sul duo di inseguitrici in classifica. I numeri sono tutti dalla parte di questa meravigliosa Acmar. “Non mi era mai successo in carriera di partire così forte – conclude Giorgio – e se me l’avessero detto quest’estate non ci avrei creduto, non perché non ero convinto della bontà della nostra squadra ma perché in questa categoria ogni partita è difficile e può capitare una serata storta; ora siamo primi a +6 sulle seconde, sicuramente questo darà motivazioni extra ai nostri avversari perché tutti vorranno fare l’impresa contro di noi, però intanto abbiamo dato un segnale importante alle avversarie: noi ci siamo. Sappiamo che la stagione è lunga e che si decide a maggio, intanto vogliamo continuare su questa strada, provando a vincere ogni partita per farci poi trovare pronti quando cominceranno i playoff e si decideranno i giochi”.

Riccardo Sabadini
da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.