• 13/11/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Acmar sempre più sul pezzo

Acmar sempre più sul pezzo

Quest’Acmar proprio non sa finire di sorprendere: a Castelfiorentino, su un campo difficile, contro una squadra ostica e in condizioni precarie, viste l’assenza dell’ultimo minuto di un cardine del quintetto giallorosso come Luca Bedetti, gli uomini di coach Giordani hanno inanellato la settima meraviglia consecutiva, dominando la partita e chiudendo con un eloquente +19.

Cinque gli uomini in doppia cifra per Ravenna, con Penserini a quota nove e ancora una volta uno straordinario Eugenio Rivali ad orchestrare le danze: se nelle ultime due uscite il rendimento del play giallorosso era stato eccezionale, sul parquet del PalaABC Rivali ha alzato ulteriormente l’asticella sfiorando la tripla doppia con 16 punti, 10 falli subiti e 9 recuperi per un pazzesco 36 di valutazione. Proprio il Genio giallorosso commenta così la vittoria sull’ABC. “Avere battuto a domicilio una squadra che verosimilmente farà i playoff come Castelfiorentino, senza uno dei perni del nostro quintetto come Luca Bedetti non è poco. Io sto attraversando un bel periodo, ho trovato il ritmo giusto nelle ultime tre partite e sono felice di essere riuscito a dare un’impronta alla squadra. Vogliamo continuare a percorrere la strada che ci siamo prefissati in estate, cercando di aiutare a crescere i ragazzi sul campo ma anche dal punto di vista morale. Personalmente sento tanta fiducia da parte dell’allenatore, che crede in me a parole e con i fatti, e cerco di ripagare questa stima mettendo in campo tutto quello che ho”.

Anche il capitano giallorosso, Francesco Amoni, è molto contento della prestazione dei giallorossi su un campo difficile come quello di Castelfiorentino. “Siamo molto contenti – commenta Amoni, autore di una prestazione solida da 11 punti e tanta presenza nel pitturato – perché questa era una partita da interpretare in maniera particolarmente attenta e siamo riusciti a rispettare il piano tecnico di coach Giordani al cento per cento. Dovevamo mettere pressione sui portatori di palla, giocare aggressivi sui loro pick and roll e fare la differenza su terreni come i rimbalzi d’attacco e il saldo recuperi/perse, sui quali di solito Castelfiorentino sa fare la differenza. Grazie al controllo dei rimbalzi e alla nostra buona tenuta difensiva siamo stati avanti nonostante percentuali al tiro non ottimali, su questo campo non è una cosa scontata e per questo siamo decisamente soddisfatti”.

La chiusura è per coach Giordani che ci tiene a elogiare i suoi. “Siamo stati bravi, mostrando capacità di soffrire senza andare fuori giri, e vincere sapendo soffrire è una cosa importantissima. La nostra soglia di sofferenza si sta alzando, cerchiamo sempre di aiutarci reciprocamente e oggi è stato evidente. Al di là della partita magnifica di Eugenio Rivali, che ha gestito nel migliore dei modi l’orchestra, sono molto contento della gara di Cicognani, perché ha fatto una prestazione di spessore mentale, facendo cose buone senza mai staccarsi dall’incontro. Nel complesso dico bravi a tutti, i ragazzi se lo meritano davvero”.

Riccardo Sabadini
da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.