• 06/10/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Penserini suona la carica: “Non vedo l’ora di giocare”

Penserini suona la carica: “Non vedo l’ora di giocare”

Quella di domani sarà una partita molto speciale per lui, che a Senigallia ha trascorso i suoi anni più importanti della carriera, non ultimo il 2011-2012 dove con i suoi canestri ha trascinato la Goldengas a un passo dalla finale promozione: Giovanni Penserini è uno dei volti nuovi dell’Acmar e domani affronterà, nel giorno del debutto al Pala Costa, il suo passato, la sua storia.

“Ho tantissima voglia di giocare contro Senigallia – racconta Giovanni – perché lì ho lasciato diversi amici e sono curioso di misurarmi con i nuovi acquisti che hanno completato il roster: a Senigallia sono stato bene e ho lasciato un ambiente che conoscevo perfettamente, ora sono contento di essere arrivato in una realtà come quella di Ravenna: la società è eccezionale ed estremamente organizzata e con i compagno di squadra mi sono trovato benissimo da subito, anche perché li conoscevo praticamente tutti”.

“Sono molto soddisfatto – prosegue nell’analisi la guardia-ala pesarese, classe 1988, che ha impressionato tutti gli addetti ai lavori per la sua fisicità devastante – della matrice romagnola-pesarese della squadra: abbiamo tutti la stessa mentalità, condividiamo la voglia di lavorare in un certo modo e si è creata un’intesa fin da subito in maniera del tutto naturale. Partendo da questa base è senza dubbio più facile coinvolgere i compagni in un sistema di gioco che esalta le nostre caratteristiche, la voglia di difendere, di aiutarsi, la cattiveria e la determinazione che sono fondamentali per fare bene, soprattutto in un campionato come questo che sarà estremamente equilibrato e in cui ci candidiamo a fare una buona stagione, senza porci nessun obiettivo ma volendo crescere visto che siamo molto giovani e cercando di andare il più lontano possibile”.

Giovanni Penserini, al pari di altri giocatori come Bedetti, è alla sua prima vera esperienza lontano da casa ma non sembra risentire di questa cosa. “E’ la prima vera esperienza fuori di casa – conclude Pens – mi trovo davvero bene qui a Ravenna, ho persino spostato il mio corso di laurea in ingegneria da Urbino a Bologna. Spero di poter fare bene con la maglia dell’Acmar perché abbiamo un roster di grandissima qualità e vogliamo centrare il miglior risultato possibile”.

Riccardo Sabadini

da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.