• 23/05/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Amoni match winner e leader carismatico. Filattiera è infallibile e glaciale dalla lunetta

Amoni match winner e leader carismatico. Filattiera è infallibile e glaciale dalla lunetta

Filattiera 7 – La vince dalla lunetta, con un 12/12 che la dice lunga sulla sua presenza sulla partita. Fa 4/4 negli ultimi quattordici secondi, siglando il sorpasso e il +3. Non segna dal campo, ma mantiene lucidità nella gestione: bene così.

Zambrini 6,5 – Qualche amnesia difensiva sul singolo possesso ma tiene bene Nanut e trova buone conclusioni che sanno fare la differenza. Il +12 di plus minus la dice lunga sul suo impatto sulla partita. Chiude sulle ginocchia, ma la schiena è in miglioramento. In gara-3 ci sarà bisogno di lui.

Amoni 8 – Match winner, leader tecnico e carismatico di una squadra che non molla mai. Canestri di grande tecnica, quasi sempre fondamentali in termini di inerzia, assist al bacio (4 alla fine, più due errori da un centimetro di Quartieri e Zambrini), una meraviglia da vedere.

Barbieri 7 – Sfiora la doppia doppia, catturando 11 carambole nei soli 22 minuti di utilizzo. Il 17 di valutazione e il +5 nel plus minus dicono che sta giocando una serie di altissimo livello, dopo i 10 in 11’ di gara-1.

Sanlorenzo 7,5 – Cuore di capitano, e pazienza se sporca il tabellino con qualche problema di falli, tra l’altro inspiegabile perché il secondo era in realtà di Bosio ed il terzo di Barbieri. Poco male, il lungo di Casale Monferrato si sbatte, attacca, grida, trascina i compagni, e soprattutto difende. Super.

Quartieri 7 – La difesa è clamorosa, e non deve ingannare il fatto che gli standard siano sempre molto alti. In retroguardia l’esterno di Usmate Velate fa la differenza, e se in attacco sfiora, o tocca come in questo caso, la doppia cifra di marcature, per Ciocca la vita si fa facile.

Bosio 6 – Errori al tiro, ma anche il libero che vale la partita (+4 a 2” dalla fine): meno personalità della prima gara, quando magari aveva qualcosa da dimostrare da ex di turno.

da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.