• 05/05/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’Acmar a Rimini a caccia del blitz playoff

L’Acmar a Rimini a caccia del blitz playoff

RAVENNA. Un blitz per cominciare bene la serie dei quarti di finali tanto attesa dal tifo romagnolo. Tra Crabs e Acmar i precedenti dicono 1-1in stagione regolare ma ora dalla palla a due in avanti ogni possesso avrà un valore doppio. Ravenna si presenta in condizioni fisiche in miglioramento anche se la forma ottimale non è ancora stata raggiunta. Nonostante questo i giallorossi vorranno dire la loro fino alla fine per puntare a una semifinale che vorrebbe dire uguagliare la migliore prestazione della gestione di Roberto Vianello e per onorare ancora di più il ricordo dello scomparso vicepresidente Giorgio Morigi.

“Ci teniamo a fare i complimenti a Rimini – premette il tecnico Cesare Ciocca -, perché ha fatto un grande campionato vincendo venti partite sulle trenta disputate e ha stupito. Il loro allenatore, Fabrizio Ambrassa, ha mostrato ancora una volta la sua esperienza, dimostrandosi molto valido sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista motivazionale.

Per quanto riguarda noi, come abbiamo detto già a partire dal dopo Villafranca, teniamo molto a fare dei buoni playoff perché abbiamo lavorato tanto nel corso della stagione, e questo è il momento di far vedere a tutti che vogliamo fare bene. Ci siamo preparati al meglio possibile, e vogliamo fare il massimo. La serie che ci aspetta è molto interessante, sarà vibrante e penso che terrà con il fiato sospeso molte persone. Vogliamo dare battaglia dall’inizio alla fine per provare a passare il turno, per farlo sappiamo di dover provare a vincere una partita in trasferta”.

Un valore aggiunto per la causa ravennate potrebbe essere il giovane lungo Max Bosio, in grande crescita in queste ultime settimane. “Dovremo cercare di sfruttare quelli che a mio giudizio sono i loro punti meno forti – sottolinea -, direi sotto i tabelloni, dove noi abbiamo giocatori importanti come Amoni, illegale in questa categoria, Cicognani, Barbieri, Sanlorenzo contro Filloy e Caceres che hanno meno centimetri, Squeo che è molto alto ma leggero e Calegari che è forte fisicamente ma un po’ lento”.

Agostino Galegati

da “Corriere di Romagna”

 


Comments are closed.