• 25/04/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’Acmar sa ancora vincere in trasferta

L’Acmar sa ancora vincere in trasferta

Tosoni Villafranca – Acmar Ravenna 59-68 (10-19, 22-29, 42-54)

TOSONI VILLAFRANCA: Bertasi ne, Polettini 7, Accini 6, Faccioli 6, Bolcato, Marconcini ne, Dalfini 12, Mori 20, Garofalo 6.

All.re: Bianchi

ACMAR RAVENNA – Filattiera 20, Zambrini 2, Amoni 15, Frigoli, Cicognani ne, Morigi, Barbieri 2, Sanlorenzo 13, Quartieri 7, Bosio 9.

All.re: Ciocca

NOTE :

Arbitri: Antonio Lanzone e Simone Prati di Alessandria

Tiri da due: Villafranca 22/39 Ravenna 18/41

Tiri da tre: Villafranca 1/19 Ravenna 6/17

Tiri Liberi: Villafranca 12/19 Ravenna 14/16

Rimbalzi: Villafranca 35 (Polettini 7) Ravenna 31 (Quartieri 7)

Assist: Villafranca 10 (Accini, Faccioli 3) Ravenna 7 (Filattiera 3)

VILLAFRANCA (VR) – Infrange finalmente il tabù trasferta l’Acmar Ravenna, espugnando il Pala Anti di Villafranca e guadagnando due punti pesantissimi che la qualificano quasi matematicamente ai playoff. Una grande partita degli uomini di coach Ciocca che hanno sfruttato l’abbrivio iniziale per prendere il controllo della partita e mantenerla in pugno nonostante i tentativi di rientro dei veronesi, che pagano la pessima mira dalla distanza (solamente un pessimo 1/19 per la Tosoni).

E’ clamoroso l’avvio dell’Acmar che vola sullo 0-11 mandando a bersaglio praticamente tutti i giocatori del quintetto base: la Tosoni è troppo brutta per essere vera e dopo la strigliata di coach Dacio Bianchi prova a mettersi in partita sfruttando la verve di Mori: Ravenna è però molto concentrata e si mantiene avanti grazie ad Amoni e un libero di Filattiera sancisce il 12-19 di fine primo periodo.

Nel secondo quarto salgono di intensità le difese: Sanlorenzo fa la parte del leone in attacco e consente agli uomini di Ciocca di tenere i veronesi a distanza di sicurezza mentre per la Tosoni comincia a farsi sentire Dalfini che riporta i suoi a -5 sul 20-25. Ravenna è però viva e con Barbieri e i liberi di Filattiera continua a comandare; un canestro da sotto di Polettini fissa il punteggio sul 22-29 all’intervallo lungo.

Alla ripresa del gioco l’Acmar tenta nuovamente di allungare toccando il +11 sul canestro da fuori di Amoni (26-37) ma i veronesi sono vivi e con un parziale di 8-2 firmato Mori-Dalfini si riavvicinano a -5. Questa volta però Ravenna non trema e si affida ad Amoni che va col gioco da tre punti e a Filattiera, cecchino praticamente infallibile dalla lunetta (11/12 ai liberi per il playmaker). La Tosoni fa sul serio e tocca il minimo svantaggio sul -4 firmato ancora da Mori ma l’Acmar trova una nuova fuga grazie alle triple in serie di Bosio e Sanlorenzo e col canestro di Filattiera si chiude il terzo quarto con i ravennati avanti 42-54.

Il parziale si estende anche in avvio di quarto periodo arrivando a 2-16 con altre due triple dello scatenato Bosio (3/3 da tre per la giovane ala) e lanciando Ravenna al massimo vantaggio sul 44-62 al 32’. Villafranca tenta un recupero disperato ma la difesa dell’Acmar tiene e i giallorossi mettono in cassaforte i due punti e i playoff grazie ai liberi di Marcello Filattiera. Una vittoria fondamentale per Ravenna che dedica la vittoria al compianto Giorgio Morigi e che può guardare con rinnovato ottimismo al proseguo della stagione; gli avversari sono avvisati: adesso l’Acmar sa vincere anche lontano da casa.

Riccardo Sabadini

da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.