• 23/04/2012
  • News
  • Commenti disabilitati su Ciao Giorgio… – Il ricordo del presidente Roberto Vianello

Ciao Giorgio… – Il ricordo del presidente Roberto Vianello

“In questi momenti così difficili ricordo le prime volte in cui Giorgio è venuto nel mio ufficio per propormi di rientrare nel mondo della pallacanestro, per riprendere l’avventura che avevo già intrapreso molti anni prima con Piero Manetti. La squadra aveva appena raggiunto la promozione in quella che allora si chiamava B2. All’inizio non ero più di tanto convinto, non mi sentivo pronto per tornare a investire in un progetto del genere…e mi viene da sorridere pensando a che gatta da pelare ha “portato” nei miei uffici in quelle settimane. Lo dico col sorriso, perché Giorgio e il sorriso viaggiavano spesso assieme, quasi sempre.

Al di là di tutto quello che ha fatto da dirigente, da uomo di pallacanestro per le squadre della sua città, vorrei soffermarmi sull’aspetto umano. Era una persona che regalava serenità, che sapeva sdrammatizzare i momenti più difficili, più delicati, banalmente anche una semplice sconfitta che avevamo digerito male. Sapeva pungere, far riflettere e far sorridere con una sola frase, e questo è qualcosa che è mancato terribilmente nel corso di questa stagione.

Raramente perdeva una partita, e se lo faceva era sempre per un motivo davvero importante. Tra i tanti aneddoti che sono venuti in mente ripensando a questi anni, voglio ricordare la trasferta di Corno di Rosazzo, la prima partita ufficiale di questa stagione.

La malattia lo limitava già molto, ma lui ha ripetuto per tanto tempo che voleva venire e con l’aiuto di Orano Suprani, suo collega e amico in Acmar, Giorgio è arrivato a vederci fino al confine con la Slovenia.

Ha sostenuto la famiglia e la squadra finchè ha potuto, questo non lo dimenticheremo mai.

Ci mancherà e daremo tutto quello che abbiamo per conquistare i playoff, per onorarli, e per dedicare a lui questo finale di stagione, come abbiamo fatto con la partita di domenica scorsa”.

Roberto Vianello

 


Comments are closed.