• 22/03/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Guidata dal “cecchino” Filattiera l’Acmar ritorna a sorridere

Guidata dal “cecchino” Filattiera l’Acmar ritorna a sorridere

Acmar Ravenna-Manica Rovereto 87-63

(21-13, 40-33, 59-47)

T2: Ra 24/49, Ro 18/31

T3: Ra 9/16, Ro 4/15

Tl: Ra 12/14, Ro 15/20

Arbitri: Satta, Nioi

Acmar Ravenna: Filattiera 22, Zambrini 12, Amoni 11, Frigoli 4, Cicognani 2, Morigi, Barbieri 10, Sanlorenzo 6, Quartieri 11, Bosio 9.

All. Ciocca.

Manica Rovereto: Dimonte, Drigo 15, Chinellato 7, Fevola 10, Bastoni 6, Pappalardo 8, Verri 11, Mares ne, Colombo 6.

All. Guidi.

Dopo l’addio a Davolio Ravenna cerca di ritrovare il suo gioco e i punti necessari per rimanere in zona play off. Rovereto degli ex Guidi e Pappalardo non è il miglior cliente, essendo squadra giovane e molto atletica.

Ciocca sceglie il quintetto con tre lunghi, Amoni, Barbieri e il nuovo capitano Sanlorenzo. Sono proprio i lunghi che danno la spinta per il primo vantaggio giallorosso che si concretizza sul finire del primo quarto, quando Ravenna vola sul 17-8 col prezioso contributo di Zambrini in fase realizzativa.

L’Acmar sembra un’altra squadra rispetto alle ultime uscite e anche la panchina offre un contributo importante, soprattutto con Bosio e Cicognani. Dall’altra parte Rovereto si affida alle incursioni di Drigo e al tiro degli uomini di maggior classe come Fevola e Pappalardo.

È Filattiera però a fare la differenza in favore dei giallorossi, con tre triple che all’intervallo lungo mantengono il vantaggio giallorosso sui 7 punti, nonostante il buon ritorno degli ospiti.

Un ottimo Verri cerca di suonare la carica per gli ospiti, ma non è aiutato dai compagni: Pappalardo è impreciso dalla distanza e gli altri non trovano la via del canestro.

Zambrini e Barbieri, in netta ripresa rispetto alle ultime partite, trascinano Ravenna verso il massimo vantaggio, che arriva grazie alla tripla di tabella di Filattiera, la quinta della sua serata su cinque tentativi: 55-41.

Il monologo ravennate prosegue anche nell’ultima frazione: Amoni arriva in doppia cifra e l’ennesima bomba di Filattiera permette a Ravenna di toccare i 17 punti di vantaggio, 69-52. In difesa Sanlorenzo e Barbieri chiudono definitivamente la porta a Rovereto, mentre in attacco con Quartieri e lo stesso Barbieri, sono cinque i giallorossi che raggiungono la doppia cifra.

C’è spazio negli ultimi minuti per i giovani Frigoli e Morigi che si fanno apprezzare il primo con due canestri in successione, il secondo per un pregevole assist per il definitivo 87-63 di Sanlorenzo.

da “Il Resto del Carlino”

 


Comments are closed.