• 22/02/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’Acmar parte bene, si illude poi si ferma e va al tappeto

L’Acmar parte bene, si illude poi si ferma e va al tappeto

L’Acmar è come la luna: ha una faccia illuminata e una che sovente resta al buio. In casa luccica, in trasferta è opaca. Come ieri sera a Fossombrone, malgrado le eccellenti prestazioni dei soliti Filattiera, Quartieri e Amoni. Ed ecco che, dopo due rinvii causa neve, Fossombrone e Ravenna sono finalmente a tu per tu. E il bomber Filattiera si mette subito in evidenza segnando i primi punti, quelli che portano in avanti i romagnoli (3-8). Il vantaggio sale a +9 quando Amoni, per non essere da meno, confeziona due canestri consecutivi (3-12). Lo show giallorossa con il trio Filattiera – Sanlorenzo – Amoni: 5-19. Con attacchi ispirati, sortite veloci e ritirate rapide, l’Acmar (+16, 5-21) sembra padrona assoluta del match. Ma non è proprio così, perché nel periodo di maggiore intensità subnisce la prevedibile reazione di Fossombrone che accorcia sensibilmente le distanza (18-25). L’inerzia cambia e arriva anche il sorpasso (28-27) con il canestro di Bloise. Ravenna rimette la faccia in avanti con Barbieri (28-29) e poi agguanta il pari (31-31) con Zambrini dalla lunetta.

La bomba di Quartieri all’inizio del terzo parziale è illusoria perché la Remet s’invola in contropiede e registra un +6 (44-38). Ravenna reagisce con Cicognani e soprattutto con Quartieri che, con due canestri e una tripla, riporta in vantaggio la sua squadra (49-51). In ogni caso le squadre terminano anche il terzo quarto in parità (55-55).

Nell’ultimo assalto l’Acmar va in percussione e forza le conclusioni. Però la Remet non demorde. E dunque entrambe procedono nel segno dell’equilibrio, spezzato nel tesissimo epilogo da Barantani e Perini che annullano gli sforzi di Amoni e Filattiera, migliore in assoluto.

Silvano Stella

Da “Corriere di Romagna”

 


Comments are closed.