• 19/02/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Benzina verde per un’Acmar da corsa

Benzina verde per un’Acmar da corsa

Acmar Ravenna – Graphistudio Spilimbergo 85-58

(20-19, 49-34, 66-45)

Ravenna: Filattiera 22, Zambrini 6, Amoni 17, Frigoli 5, Cicognani 2, Morigi 9, Barbieri 2, Sanlorenzo 9, Quartieri 13, Bosio ne. All.Ciocca

Spilimbergo: Girolami, Benigni 1, Fazzi 11, Daniotti, Braidot 19, Ogrisek ne, Passaglia 17, Diviach 5, Gaspardo 5, Accardo ne. All.Andriola

Note: T2: Ra 19/40, Sp 18/34; T3: Ra 15/26, Sp 3/14; Tl: RA 2/5, Sp 13/19.

Arbitri: Carlo Posti di Marsciano (Pg) e Riccardo Poli di Pistoia

E’ festa perfetta per l’Acmar Ravenna, che ritrova il successo battendo con una prova convincente la Graphistudio Spilimbergo e celebra il rientro in campo con canestro di Giacomo Cicognani, dopo gli otto mesi di stop per il grave infortunio al legamento crociato subito in ritiro con la Nazionale Under 20 nello scorso mese di giugno. Non solo Cicognani: anche Frigoli e Morigi sono stati autori di una prestazione molto positiva, per un’Acmar che ha giocato per larghi tratti di partita con almeno due dei tre ragazzi ravennati classe 1992 in campo. Dopo una prima fase di studio, l’Acmar prende in mano le redini dell’incontro con i canestri di Filattiera e Amoni, toglie ritmo a Spilimbergo con la difesa di Sanlorenzo e Frigoli, e prende il largo già nel corso del secondo quarto. L’intervallo passa sul +15 (49-34), ma l’Acmar non si ferma e allunga fino al rotondo +27 finale, che lascia molte speranze in vista della partita di mercoledì a Fossombrone, valida per il recupero del quarto turno di ritorno rinviato per neve lo scorso 5 febbraio.

L’avvio di gara è di marca Graphistudio, con le giocate dal post basso di Passaglia e cinque punti consecutivi da Fazzi. La formazione ospite allunga sul 5-11 e poi sull’11-17, prima che l’Acmar riesca a prendere il controllo delle operazioni. E’ Filattiera a caricarsi la squadra sulle spalle, imbucando prima un canestro da due punti e poi le due triple che, in due azioni consecutive, annullano il vantaggio ospite e portano alla parità (17-17 all’8’). Braidot riporta avanti i suoi, ma Amoni da tre punti e ancora Filattiera (11 nel primo quarto) completano il sorpasso a cavallo del primo intervallo. Un libero di Quartieri e un gioco da quattro punti di Amoni preparano il terreno alla fuga giallorossa (27-22 al 12’), che arriva non appena coach Ciocca ordina di allungare la difesa. Il lavoro di Frigoli e Sanlorenzo è ottimo, l’Acmar recupera palloni su palloni (10-2 il conto recuperi/palle perse dei giallorossi all’intervallo) e può sviluppare la propria transizione. Filattiera imbuca la quarta tripla, subito imitato da Quartieri, Sanlorenzo contribuisce con due canestri da rimbalzo d’attacco, e l’Acmar dal 27-24 schizza al 41-24 del 17’, con un coinvolgente parziale di 14-0. I giallorossi continuano a spingere sull’acceleratore, prima che verso l’intervallo si faccia sentire la reazione ospite. E’ Braidot a cercare di tirare fuori dai guai i suoi, prima che Fazzi segni il canestro che manda le squadre negli spogliatoi sul 49-34.

Il terzo quarto conferma il buon momento giallorosso e vede la formazione di coach Ciocca allungare progressivamente, sino al coinvolgente finale, con tre ravennati in campo e la gioia e l’emozione per il ritorno del giovane leone Cicognani.

da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.