• 01/02/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Trascinata da Amoni l’Acmar si avvicina alle posizioni di vertice

Trascinata da Amoni l’Acmar si avvicina alle posizioni di vertice

“La classifica del nostro girone, con i risultati dell’ultima giornata, si è decisamente accorciata. In pratica con la bella vittoria sulla Texa Roncade abbiamo recuperato i punti persi nella sfortunata gara con il Corno di Rosazzo. Ma ora dobbiamo vincere a tutti i costi la sfida a Fossombrone di domenica prossima”. Così il “lungo” dell’Acmar Francesco Amoni, migliore in campo contro il Roncade con 13 punti e 12 rimbalzi, commenta la situazione dell’Acmar che, dopo due stop consecutivi, è tornata appunto alla vittoria in campionato nell’incontro casalingo con la Texa. La squadra veneta in verità non ha offerto una grande resistenza e fin dalle prime battute i ravennati hanno controllato agevolmente la gara, salvo poi complicarsi la vita negli ultimi minuti del secondo quarto, quando Roncade è risalita fino al -4. “Abbiamo fatto 18 minuti in assoluto controllo difensivo – analizza la gara il tecnico Ciocca – poi ci siamo complicati la vita da soli con quattro palle perse in modo banale. Questo è il nostro problema, quando andiamo in difficoltà, non ci andiamo con un solo giocatore, ma ci va tutta la squadra. Così, per qualche minuto, abbiamo permesso ai nostri avversari di tornare in partita”.

La seconda parte di gara ha comunque soddisfatto il tecnico dell’Acmar, per la reazione avuta dai suoi, che hanno messo a segno un 17-0 di parziale che ha chiuso l’incontro già nel terzo quarto. “Un terzo quarto molto buono sia in difesa che come circolazione di palla – ammette il coach giallorosso – e nell’ultima frazione poi, ci siamo limitati a controllare l’incontro”.

Con questa vittoria l’Acmar è salita a 22 punti e ha recuperato un paio di lunghezze sulle squadre che la precedono in classifica. Infatti la capolista Ferrara (che ha 30 punti) è uscita sconfitta dalla trasferta di Senigallia contro la squadra forse più in forma in questa fase della stagione. Rimini è incappata sul campo di Marostica nella terza sconfitta consecutiva, permettendo a Montegranaro di raggiungerla a quota 24, infine Corno di Rosazzo, seconda in classifica a 28, ha osservato il suo turno di riposo.

Stefano Pece

da “Il Resto del Carlino”

 


Comments are closed.