• 30/01/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’Acmar sorride anche senza Davolio. Amoni: “Siamo stati bravi in difesa”

L’Acmar sorride anche senza Davolio. Amoni: “Siamo stati bravi in difesa”

Di necessità, virtù. Detto antico ma che in casa Acmar è di stretta attualità a causa degli infortuni di Davolio in cabina di regia e di Cicognani sotto le plance, per entrambi si parla di un’assenza di altre 4 settimane circa. Dopo le due sconfitte con Civitanova e Corno di Rosazzo i ragazzi di coach Ciocca hanno subito ritrovato il sorriso in casa sconfiggendo un Texa Roncade (68-50) che si presentava a Ravenna con il desiderio di dare un altro dispiacere a una romagnola dopo la vittoria su Rimini. Ne è invece scaturita una partita che, nel bene e nel male, è stata nelle mani della Piero Manetti: fuga sull’11-2, ripresa anche a causa di alcuni errori di troppo (34-30) ma dominata soprattutto nel terzo quarto chiuso con un parziale di 24-10. Tra i protagonisti l’ala forte Francesco Amoni (doppia doppia con 13 punti e 12 rimbalzi per 19 di valutazione). “Sapevamo che avremmo dovuto affrontare sulla carta una squadra inferiore a noi a livello di talento ma allo stesso tempo la pressione era sulle nostre spalle perchè anche senza Davolio dovevamo comunque dimostrato che siamo una squadra da primi posti. Ci siamo riusciti puntando più sulla difesa, che forse è mancata nelle due sconfitte precedenti, che sull’attacco visto che abbiamo realizzato 68 punti anzichè gli 80 che di media insacchiamo al PalaCosta. Senza il nostro play dovevamo essere perfetti, abbiamo avuto un’ottima distribuzione dei punti (sei giocatori dai 6 ai 15 punti a referto, ndr). Tatticamente credo che la chiave sia stata averli attaccati sugli esterni e al centro dove loro non sono velocissimi mentre una delle nostre doti è proprio questa grazie al lavoro che abbiamo svolto in una settimana perfetta”. Ravenna si trova ora al quinto posto ma con una sola vittoria dietro Rimini e Montegranaro e una gara in meno giocata: “Io guardo quelle davanti a noi perchè sono convinto che possiamo fare bene – conclude Amoni – ma dobbiamo recuperare il tempo perduto e per questo motivo domenica andiamo a Fossombrone per farlo in trasferta”.

Agostino Galegati

da “Corriere di Romagna”

 


Comments are closed.