• 23/01/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Ciocca: “L’Acmar ha dato tutto e potevamo anche vincerla”

Ciocca: “L’Acmar ha dato tutto e potevamo anche vincerla”

Undici mesi di imbattibilità casalinga (comprese le due gare in campo neutro ad Anzola a inizio stagione) e dopo la Fortitudo è stata Corno di Rosazzo a espugnare il PalaCosta (76-82). Un risultato che da solo non racconta le mille sfaccettature della partita: la gara di triple del primo quarto, la prima reazione ravennate dopo essere andata sotto di otto, ma anche un finale con un giallo arbitrale per un’infrazione fischiata a Zambrini su rimessa laterale quando mancavano 39″ sul 76-77 dopo un’altra orgogliosa rimonta.

Un fischio che ha scatenato a fine partita le proteste del pubblico ravennate al momento dell’uscita dei due arbitri. “Peccato – spiega il tecnico Cesare Ciocca – perchè abbiamo avuto palla in mano per vincere ma non voglio discutere la decisione. Resta comunque il bicchiere mezzo pieno di una prestazione encomiabile da parte dei ragazzi. Finchè è rimasta benzina nei nostri motori abbiamo giocato alla pari ma anche andando in vantaggio contro una squadra forte, tosta fisicamente ma anche esperta. Purtroppo ora le rotazioni sono più limitate vista l’assenza di Davolio, ma nonostante questo i ragazzi hanno dato tutto. Bosio (per lui prima partenza in quintetto base con otto punti e quattro rimbalzi ma anche difesa, ndr) è in costante crescita e anche Frigoli ha dato nove minuti in campo. Sul 76-79, corsi e ricorsi storici, Filattiera ha avuto la tripla del pareggio come all’andata, ma il pallone che si incastra nel ferro ha dato il possesso finale agli udinesi. “A Marcello – prosegue Ciocca – non possiamo chiedere sempre di difendere alla morte, tirare e segnare sempre, ma io vedo il bicchiere mezzo pieno, abbiamo lottato fino alla fine con una grande squadra. Ora non piangiamoci addosso dobbiamo continuare a lavorare forte perchè i nostri giovani crescano ancora, per mettere in condizione i nostri esperti di essere sempre al 100% in un girone equilibrato in cui basta poco per ritrovarsi dal terzo al settimo posto”.

Agostino Galegati

da “Corriere di Romagna”

 


Comments are closed.