• 22/01/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’Acmar suona il Corno sbagliato

L’Acmar suona il Corno sbagliato

Acmar Ravenna – Calligaris Corno di Rosazzo 76-82

(18-22, 41-38, 56-63)

Ravenna: Filattiera 11, Zambrini 6, Amoni 14, Frigoli, Morigi ne, Barbieri 5, Delvecchio ne, Sanlorenzo 10, Quartieri 22, Bosio 8. All.Ciocca

Corno di Rosazzo: Tonetti 6, Pigato 1, Miniussi 10, Nanut 24, Luszach 7, Avanzo, Vidani 9, Ferrari 19, Gobbo ne, Piani 6. All.Zuppi

Note: T2: Ra 24/43, Co 18/35; T3: Ra 7/20, Co 10/30; Tl: Ra 7/12, Co 16/24.

Arbitri: Pani di San Gavino Monreale (Ca) e Nioi di Assemini (Ca).

E’ grande beffa per l’Acmar, sconfitta sul filo di lana dalla Calligaris Corno di Rosazzo al termine di una partita combattuta per tutti i suoi quaranta minuti. Senza capitan Davolio, che sarà assente almeno per un altro mese, e con Zambrini recuperato in extremis dopo la contrattura alla coscia che lo ha tenuto fermo fino a venerdì scorso, i giallorossi hanno faticato a lungo contro un’avversaria che ha certamente giocato una partita sostanziosa e molto positiva. Toccato il -10 nel corso del quarto periodo (65-75 su tripla di Nanut a 4’43” dalla fine), l’Acmar è riuscita a rimettere in piedi la partita con il cuore, con la difesa e con la voglia di vincere le partite, arrivando al recupero che ha dato a Zambrini la palla in mano sul -1 a 39” dal termine. Sulla rimessa l’esterno imolese sfiora la riga: l’arbitra Nioi fischia e inverte il possesso, regalando il possesso agli ospiti. Corno di Rosazzo ne approfitta, trova Ferrari in post basso e l’ala ex Udine e Imola regala un canestrissimo dal post basso, che vale il 76-79. Sul possesso successivo Filattiera prova la tripla a 15” dalla fine, ma il suo tiro arriva lungo e si blocca tra ferro e tabellone. La frecciona del possesso alternato dice contro a Ravenna, restituendo palla a Corno di Rosazzo: Nanut subisce un fallo immediato, sbaglia il primo ma segna il libero del +4 (76-80) a 10” dal termine, di fatto chiudendo i conti. L’avvio di gara era stato tutto di marca friulana: prima Nanut e poi Tonetti erano stati bravi a segnare dalla lunga distanza, tenendo avanti Corno di Rosazzo fino alla prima sirena. Per Ravenna risponde Quartieri, autore di 17 punti all’intervallo (3/3 da 2, 3/4 da 3), e complice secondo e terzo fallo (tecnico per proteste) di Nanut arriva il sorpasso, targato Amoni (35-34) al 17’. Ravenna allunga fino al 41-36, trovando ottime cose anche da Sanlorenzo e da Bosio, ma fatica perché i falli (23-16 il totale, ndr) le tolgono presto Barbieri (9’ in campo per il pivot di San Giorgio di Piano) e limitano il minutaggio anche di Amoni. Corno apre le danze nel terzo quarto, Ravenna reagisce, ma il secondo strattone dei friulani fa la differenza. Ferrari (11 punti e 6 rimbalzi nel solo terzo quarto) segna cinque punti consecutivi, Vidani ci mette un’altra tripla e Miniussi segna da sotto. E’ il parziale che manda in fuga Corno fino al 36’: Ravenna rimonta disperatamente con tripla di Amoni e Quartieri, Filattiera fa -2, Zambrini fa -1 a 39” dalla fine: il resto, purtroppo, lo abbiamo già raccontato.

da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.