• 22/01/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Acmar con le polveri bagnate. PalaCosta violato dopo un anno

Acmar con le polveri bagnate. PalaCosta violato dopo un anno

Al PalaCosta di Ravenna si gioca il big match tra la seconda e la quarta forza del campionato. Nanut, l’uomo di maggior classe degli ospiti, si presenta con una bomba da otto metri e prende sulle spalle l’attacco dei friulani segnando, da solo, metà dei primi 22 punti. A causa dell’assenza di Davolio, per Ravenna in campo Bosio nel quintetto iniziale e spazio anche per il giovane Frigoli. Ravenna vince il duello sui rimbalzi, ma difetta in precisione al tiro. I friulani invece terminano avanti 22-18 grazie alla maggiore efficacia dalla distanza.

Corno di Rosazzo si stacca fino a 29-22 con un gioco da tre punti di Luszach e a Ferrari, molto attivo nei primi minuti. Quartieri risponde a suon di triple (17 punti per lui in 20′) e tiene in carreggiata i giallorossi, che a metà tempo si svegliano e danno vita a un parziale di 13-3. Parziale che si chiude con il tecnico fischiato a Nanut che permette ai giallorossi di mettere il naso avanti 37-34 e chiudere 41-38. Al ritorno in campo è Corno di Rosazzo a riprendere in mano le redini della gara grazie a una bomba del solito Nanut e a un Ferrari dominante sotto canestro: 9-3 il parziale per gli ospiti che ritrovano il vantaggio 44-47. Ravenna vive sulle triple di Amoni, ma è Corno ad avere il comando. I lunghi giallorossi si caricano di falli e Barbieri ne ha già 4 a metà periodo. Il confronto al tiro è impietoso, Corno va a segno, mentre il ferro sputa sempre i tiri giallorossi. 25-15 per gli ospiti la terza frazione.

Sanlorenzo si carica sulle spalle la squadra e Ravenna sembra poter recuperare ad inizio quarto periodo, ma le bombe di Nanut e l’eccesso di protagonismo del duo arbitrale tengono Corno a distanza: +10 per i friulani a 4′ dal termine. Negli ultimi 4 minuti viene fuori tutta la volontà dei giallorossi. Con Barbieri fuori per falli e le rotazioni ridotte all’osso, gli uomini di Ciocca recuperano punto su punto, anche grazie all’imprecisione dalla lunetta da parte degli ospiti, arrivando fino al 76-77, ma non basta.

Una discutibile decisione arbitrale consegna una rimessa di Ravenna alla squadra ospite che si porta in sicurezza ed espugan il PalaCosta 76-82, dopo un anno di imbattibilità casalinga dei giallorossi.

Stefano Pece

da “Il Resto del Carlino”

 


Comments are closed.