• 08/01/2012
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su L’Acmar non argina Cernivani

L’Acmar non argina Cernivani

Di tutto, un po’ vorticosamente. Brividi a go-go e finale al cardiopalmo. Match sul filo dell’equilibrio che Ravenna nel finale dopo essere stato in vantaggio, contro Civitanova del superbo play Stefano Cernivani (ventenne che firma 31 punti, high in carriera). Ma anche perché si fa sovrastare nei rimbalzi (Civitanova +18). L’assenza di Davolio, un leader, si fa sentire negativamente. Si fa sentire negativamente anche la giornata infelice di Filattiera e Zambrini, abituati a ben altre prestazioni e percentuali. Meno male che Quartieri è sempre nel cuore del gioco, che Barbieri si batte come un leone sotto le plance e che Amoni ha la mano piuttosto calda. Ciocca inizialmente si affida a Filattiera, Zambrini, Barbieri, Delvecchio e Sanlorenzo. Le marcature sono rigorosamente individuali. Ma Ravenna va sotto (4-0) e segna il primo canestro con Sanlorenzo. Civitanova allunga sino a raddoppiare Ravenna due volte (10-5 e 14-7). Poi, con due triple, Quartieri e Barbieri accorciano sensibilmente (14-12). A questo punto però si scatenano i tiratori marchigiani dalla lunga distanza e i giallorossi scendono a -8 (20-12). Non resta che reagire: Quartieri e Barbieri dalla lunetta raggiungono quota 19. Poi Sanlorenzo, sempre dalla lunetta, potrebbe compiere l’aggancio o il sorpasso ma fa 0/2. Peraltro l’aggancio (21-21) si concretizza all’inizio del secondo parziale col sottomano di Amoni. E il primo vantaggio romagnolo è firmato da una percussione di Filattiera. Ravenna subisce il pari con un fortunoso canestro tuttavia la tripla di Amoni accorcia (24-26). Altro rovesciamento di fronte: Civitanova rimette il naso in avanti (31-28) grazie a Cernivani, ma la bomba dell’incontenibile Amoni riporta le squadre in parità.

Chiuso il primo tempo a -1 , all’inizio della ripresa Ravenna va sotto di brutto (48-41) ma il parziale di 0-5 di Zambrini e Amoni lo fa respirare. I romagnoli rivedono la testa con la tripla di Frigoli (48-49). Filattiera e Frigoli insistono e l’Acmar è sempre alle costole della Naturino (50-53). Cernivani non sbaglia dalla lunetta e Baldoni dalla lunga distanza per un 7-0 che porta Civitanova sul +4.

Ultimo quarto ancora all’insegna di Cernivani e Baldoni (61-53). Per Ravenna, ora a zona, le cose si complicano. L’indomito Barbieri, Quartieri e Amoni accorciano, ma Cernivani continua a bombardare il canestro da ogni posizione (66-61 al 38’). Mai dire mai: Quartieri ruba e riporta Ravenna a -3 (68-65 a 1’30” dall’epilogo). Amoni fa anche meglio: 69-67 a -14”. E’ il killer Cernivani a spegnere le ultime speranze giallorosse.

Silvano Stella

da “Corriere di Romagna”

 


Comments are closed.