• 04/01/2012
  • News
  • Commenti disabilitati su Acmar Ravenna – Tosoni Villafranca 84-76

Acmar Ravenna – Tosoni Villafranca 84-76

Acmar Ravenna – Tosoni Villafranca 84-76

(17-16, 43-34, 61-55)

Ravenna: Filattiera 14, Zambrini 13, Davolio 2, Amoni 20, Frigoli, Morigi ne, Barbieri 7, Sanlorenzo 4, Quartieri 14, Bosio 10. All.Ciocca

Villafranca: Bertasi ne, Polettini 9, Accini 4, Faccioli 14, Bolcato, Ferrari 8, Dalfini 22, Mori 12, Cobelli ne, Garofalo 7. All.Bianchi

Note: T2: Ra 23/45, Vi 18/38; T3: Ra 6/17, Vi /5;17 Tl: Ra 20/22, Vi 25/32.

Arbitri: Soavi e Venturi di Bologna

Prosegue anche nella prima partita del 2012 la striscia positiva casalinga dell’Acmar Ravenna, vincitrice anche ieri sera nella sedicesima giornata del girone B di Divisione Nazionale B.

A cadere sotto i colpi dei giallorossi, al sedicesimo successo al PalaCosta sulle ultime diciassette partite è la Tosoni Villafranca, nel penultimo turno della gara di andata. Come da previsione, la partita di giovedì sera si è rivelata una battaglia, nella quale entrambe le squadre si sono affrontate a viso aperto e senza esclusione di colpi. Alla fine sono stati i padroni di casa a portare via i due punti, dopo aver preso il comando delle operazioni nel corso del secondo quarto, pochi secondi dopo l’infortunio a capitan Davolio (caviglia sinistra, l’entità della lesione sarà valutata nelle prossime ore attraverso appositi esami strumentali). L’Acmar in due occasioni ha tentato la fuga (43-34 all’intervallo, 73-62 in avvio di quarto periodo), ma entrambe le volte è stata rimontata, pur riuscendo a mantenere un minimo cuscinetto di vantaggio che si rivelerà poi decisivo alla resa dei conti.

Dopo un primo quarto di equilibrio e un guizzo di Ferrari in avvio di secondo quarto, per il 17-21 Villafranca sul quale si infortuna Davolio, l’Acmar trova da Zambrini i canestri per il controparziale che vale il vantaggio (27-23 al 15’). I giallorossi insistono, allungano sul 37-30 del 17’ con i canestri di Amoni e Filattiera e poi fino al 43-34 dell’intervallo, stampato da una corsa in transizione ancora una volta di Zambrini, a una manciata di secondi dall’intervallo.

In avvio di ripresa Ravenna tocca il massimo vantaggio (47-34), prima che la partita veda partire un gioco di parziali e controparziali che tiene gli spettatori con il fiato sospeso per venti minuti: i giallorossi devono incassare un parziale di 0-10 che in 4’ riapre la partita, nel quale è Mori a fungere da trascinatore, fino al 47-44 del 25’. Amoni trova una magia dai sei metri e mezzo per il 49-44, ancora Zambrini permette un nuovo break giallorosso per il 59-50, ma Villafranca non molla. Dalfini accorcia, Ferrari fa -1, Accini sbaglia la tripla del pareggio dopo un canestro ravennate (63-60) e lascia lì un’occasione pesante. L’Acmar riesce infatti a riprendere margine, questa volta con Quartieri, in campo nonostante una contrattura alla schiena, e con i tiri dalla media di Barbieri, per il 73-62 del 35’. Sembra fatta, ma la Tosoni è squadra di carattere e riesce a riportarsi a contatto, complice anche un tecnico fischiato alla panchina giallorossa a 1’13” dalla fine. Accini dalla lunetta segna l’80-76 ma Quartieri compie un intervento difensivo prodigioco su Polettini, che poi commette anche fallo sull’esterno milanese. In difesa Zambrini recupera un altro pallone, Filattiera converte ancora dalla lunetta a 10” dalla fine e stampa il definitivo 84-76.

In attesa di conoscere gli esiti degli esami da effettuarsi su capitan Davolio, al quale rivolgiamo un caloroso in bocca al lupo, l’Acmar si prepara ora alla trasferta di domenica sul campo di Civitanova. I romagnoli affronteranno l’ex di turno Vittorio Frascione, in giallorosso nella stagione 2008/2009, in un PalaRisorgimento da sempre decisamente ostico per la formazione romagnola.

Miro De Giuli

Ufficio Stampa

Acmar Basket Ravenna Piero Manetti

 


Comments are closed.