• 20/10/2011
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Amoni indica la strada: “Avanti così”

Amoni indica la strada: “Avanti così”

Con le sue triple ha consentito all’Acmar di sbloccare lo zero in classifica che iniziava a farsi pesante: Francesco Amoni è un ragazzo con la battuta sempre pronta ma quando scende in campo fa tremendamente sul serio. Arrivato a Ravenna direttamente da Scafati in Legadue, Francesco si è dovuto calare in una realtà completamente nuova per lui. “Ho fatto una scelta consapevole venendo a Ravenna: volevo essere, dopo diversi anni in cui sono stato un giocatore di rotazione, un punto di riferimento per una squadra con obiettivi importanti. Ravenna è il posto ideale per me perché vuole arrivare in alto e perché ha una squadra molto forte costruita con caratteristiche idonee a me, che mi consentono di sfruttare le mie caratteristiche sia fronte a canestro che in post basso”.

La partenza di stagione non è stata delle migliori per i giallorossi ma la vittoria contro Fossombrone potrebbe rivelarsi un punto di svolta. “Abbiamo avuto – commenta Amoni – un inizio un po’ sfavorevole, con la sosta e due impegnative trasferte in serie e questo, unito ai problemi avuti in precampionato con qualche infortunio di troppo, ci ha costretto ad una partenza ad handicap. Adesso però, dopo la vittoria con Fossombrone, ci siamo sbloccati e vogliamo continuare su questa strada anche con Marostica; sappiamo che è una squadra molto forte però sono convinto di una cosa: noi siamo un’ottima squadra, dobbiamo rispettare gli avversari ma cercare di imporre il nostro gioco contro chiunque perché è questo che fanno le grandi squadre. Stiamo lavorando tantissimo per assimilare il sistema di gioco di coach Ciocca e sono certo che questo gruppo, che è davvero fantastico, si potrà togliere tante soddisfazioni: la mia esperienza mi ha insegnato che quando ho trovato un grande gruppo poi abbiamo sempre centrato gli obiettivi che ci siamo posti. Spero che sia così anche quest’anno”.

Riccardo Sabadini da “La Voce di Romagna”

 


Comments are closed.