logo
  • 12/08/2011
  • Settore Giovanile
  • Commenti disabilitati su Be Player Camp: PARTE LA STAGIONE!

Be Player Camp: PARTE LA STAGIONE!

Grande entusiasmo al Be Player Camp, tre giorni di allenamento (9-10-11 agosto) che ha aperto ufficialmente la stagione sportiva del settore giovanile del Basket Ravenna Piero Manetti. Il responsabile tecnico Maurizio Massari, con gli allenatori Guerrino Mattei, Giuseppe Mauro, Giovanni Fioretti, Alessandro Casadei, Michela Franchetti, Gianluca Sacchi, e con il preparatore fisico prof. Davide Benazzi, si è preso cura di quindici ragazzi del vivaio giallorosso per un periodo di specializzazione finalizzata al possibile inserimento dei ragazzi nel gruppo della prima squadra. 

Così Massari, al termine della tre giorni di lavoro: “Sono stati tre giorni dedicati ad una messa in moto generale di questi ragazzi ed a una preparazione soprattutto in termini di attenzione e di gestualità in un contesto qualitativo come potrebbe essere in una eventuale partecipazione in prima squadra. Abbiamo lavorato dando grande attenzione all’aspetto tecnico, i ragazzi hanno capito il concetto e si sono applicati curando al meglio i dettagli e i particolari. Il carico di lavoro è stato molto alto, siamo stati in campo due ore e mezzo al mattino ed altrettante al pomeriggio; abbiamo dedicato anche una cospicua parte dell’attività ad un lavoro fisico integrato a quello tecnico, per creare un contesto che fosse il più vicino possibile a quello che i ragazzi troveranno nel gioco e nel quale dovranno esprimere al meglio le loro caratteristiche e i loro fondamentali”. 
Massari traccia un bilancio positivo anche per quello che riguarda l’attività di squadra dello staff del settore giovanile giallorosso. Questo il suo parere: “Devo dire che questa è una modalità di lavoro che gratifica molto lo staff tecnico, perché tutti gli istruttori che sono stati con noi in questi giorni hanno potuto mettere la loro energia e la loro competenza tecnica a disposizione del progetto del Campus: abbiamo realizzato un vero e proprio “team work”, con lo staff e con i ragazzi, e ne sono molto contento. Questo vuole essere il nostro marchio di fabbrica non solo per questi giorni, ma per tutto il resto della stagione”. 

Comments are closed.