• 13/02/2011
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Beffa Acmar, sfuma una rimonta da leggenda

Beffa Acmar, sfuma una rimonta da leggenda

ACMAR RAVENNA – SG CONAD FORTITUDO BOLOGNA 56-63

(09-18 ; 15-36 ; 41-51 )

Ravenna : Morigi n.e., Poluzzi 3, Carrichiello 5, Davolio, Cicognani 2, Albertini n.e., Pappalardo 19, Maioli 17, Sanlorenzo 4, Quartieri 6. All. Ciocca

Bologna: Legnani , Politi 4, Nieri 10, Lamma 16, Venturoli 14, Alibegovic , Montano 10, Innocenti 2, Squeo 2, Acquaviva 5. All. Giuliani

Arbitri: Stoppa di Polignano (Ba) e Galasso di Siena

Note: t2 Ra 11/36 , Fo 17/42 ; t3 Ra 9/25 , Fo 7/22 ; tl Ra 7/11 , Fo 8/9 .

In un Pala Costa stracolmo in ogni ordine di posto è la Fortitudo Bologna ad avere la meglio in un match a due facce, che vede prima la formazione ospite portarsi fino sul +20, per poi lasciare spazio alla rimonta dell’Acmar, che arriva sino al -1, ma che fallisce la zampata finale.

Molto brava è stata la formazione ospite a gestire il vantaggio e a non perdere la testa nei momenti finali. Leader indiscusso della formazione è Davide Lamma, che vince il duello di giornata con Davolio, relegato dalla difesa felsinea a quota zero punti segnati.

Parte in quarta la Fortitudo che trova subito la via del canestro con Nieri, e con una difesa molto aggressiva costringe Ravenna a soluzioni forzate. Un contropiede di Lamma al 4 minuto obbliga coach Ciocca a chiamare time out.

È Sanlorenzo a sbloccare la situazione con un canestro sullo scadere dei 24”, ma subito dopo una più propositiva Fortitudo mette ancora il naso avanti e chiude al 10’ sul 09-18.

Appena riprende il gioco subito parziale di 6-0 per la Fortitudo che prende il largo sul 09-24, e Ciocca chiama ancora time out. Sono due azioni di Cicognani e Pappalardo a smuovere la situazione, prima di lasciare campo ancora a Bologna, che trova la via del canestro in maniera oltremodo facile, al contrario di Ravenna che segna nella seconda frazione solo 6 punti. Si va all’intervallo sul punteggio di 15-36.

L’Acmar adesso ci crede e cambia completamente atteggiamento piazzando un parziale di 10-4, condito dalla bomba di Maioli e dal contropiede solitario di Pappalardo.

Si alzano i ritmi e Ravenna finalmente difende come sa fare, recuperando ancora, sempre trascinata da Maioli che insacca un’altra bomba per il -12 al 26’.

In un clima da play off, la Fortitudo perde la testa, e i tiri dalla lunga di Pappalardo e Carrichiello portano Ravenna a -6 costringendo coach Giuliani ad esaurire tutti i time out nel terzo quarto. Al 30’ il punteggio dice 41-51.

L’inerzia è dalla parte di Ravenna che continua a limare punti, e si ritrova sul meno 6 al 34’, dopo che Quartieri insacca ancora una bomba.

Due triple consecutive di Pappalardo portano Ravenna sul -1 (56-57), ma sono i canestri di Venturoli e Nieri che danno la vittoria a Bologna che chiude l’incontro sul 56-63.

Matteo Manca

da “Voce di Romagna”

 


Comments are closed.