• 02/12/2010
  • News
  • Commenti disabilitati su Coopsette Castelnovo – Acmar Ravenna, il prepartita

Coopsette Castelnovo – Acmar Ravenna, il prepartita

Ripartire al più presto, a cominciare dalla sfida che vedrà i giallorossi opposti alla Coopsette Castelnovo, sabato sera alle ore 21, al Punto Sport di Castelnovo di Sotto.

Reduci dalla beffa nel derby casalingo contro Santarcangelo, i ragazzi di Ciocca vogliono riprendere a marciare in classifica, riconquistando al più presto il trenino delle prime della classe: di fronte, l’Acmar troverà una Coopsette in difficoltà in classifica (4 punti in 10 partite, ndr), ma non necessariamente in crisi di gioco. Vi è già un precedente in stagione, con la finale del primo concentramento di Coppa Italia vinto dai giallorossi al PalaCosta per 73-68 sui reggiani, che avevano conquistato la finale battendo la Conad Sg Budrio.

Così Cesare Ciocca nel prepartita: “Abbiamo la stessa voglia di riprendere a camminare che avevamo dopo la partita di Marostica, e ci auguriamo di entrare in campo con lo stesso spirito che abbiamo avuto a Bassano. Sappiamo di affrontare un torneo difficile, in cui ogni partita ha una propria storia e nel quale le squadre stanno cominciando a rinforzarsi sul mercato. Un esempio chiaro è Corno di Rosazzo, che ha inserito un giocatore come Michele Ferrari e può legittimamente pensare di essere tra le squadre di prima fascia”.

Ravenna continua a far corsa a sé: “Io, il mio staff e la mia squadra teniamo maledettamente ad ogni partita. Lo abbiamo dimostrato anche sabato contro Santarcangelo, e lo rifaremo anche a Castelnovo. In settimana abbiamo ripreso ad allenarci come se avessimo vinto, pur con qualche problemino fisico: Pappalardo si è potuto allenare soltanto giovedì, così come Davolio, dopo la botta all’occhio che lo ha tolto dalla partita di sabato, mentre Sanlorenzo ancora deve arrivare al top della condizione. Nonostante questo, il lavoro è stato intenso, concentrato”.

Una delle situazioni da migliorare, riguarda la continuità lungo l’arco dei quaranta minuti: “Dobbiamo curare i particolari, perché contro squadre forti come Santarcangelo contano molto. Noi siamo una squadra completamente nuova, anche alla luce della situazione mai definitiva che abbiamo avuto finora in allenamento. Serve un po’ di tempo per curare i particolari, e per essere sempre in grado di avere lo stesso atteggiamento in partita; una cosa è conseguenza dell’altra”.

Che squadra è Castelnovo? “E’ una squadra molto buona, che ha perso spesso alla fine e quindi vale più dell’attuale classifica. Mi sembra una squadra simile a Cavriago, con un quintetto base molto competitivo e che se sarà in grado di recuperare Bacchi e Codeluppi, assenti nelle ultime partite, è pericolosa. Hanno giocato tutte le partite fino alla fine, senza mai mollare, e possono contare su giocatori di categoria come Garofalo, Bartoccetti e Grobberio. Questa trasferta è molto delicata, coe lo sono tutte quelle di questo torneo: nel girone B infatti, non esistono quelle due o tre squadre molto forti o molto deboli, qui ogni partita è difficile. La differenza, la faranno la concentrazione e la voglia di vincere”.

Per vincere? “Serve giocare con costanza. Con Santarcangelo abbiamo vissuto momenti di altissimo livello sia in attacco che in difesa, ma ci sono stati anche momenti in cui non lo abbiamo fatto; a Bassano abbiamo mantenuto continuità, ed abbiamo vinto molto bene. Con Santarcangelo invece lo abbiamo fatto a singhiozzo, ed alla fine è arrivata una sconfitta all’ultimo tiro, che ci può stare. Con Castelnovo, voglio una partita simile a quella di Bassano”.

La partita del Punto Sport sarà in diretta radiofonica su Radio International (100.200 fm in città, 100.400 fm nel lughese, streaming internet su www.radiointernational.it)

Miro De Giuli

Ufficio Stampa Acmar Basket Ravenna Piero Manetti

 


Comments are closed.