• 05/11/2010
  • Stampa
  • Commenti disabilitati su Ravenna al ballo da debuttante ma stavolta i paperoni sono loro

Ravenna al ballo da debuttante ma stavolta i paperoni sono loro

Stavolta i ricchi sono gli altri. Domani alle 18 al PalaDozza si giocherà Fortitudo – Ravenna, big match di giornata, ma a pedigree invertiti, sebbene i romagnoli in un’arena prestigiosa come piazza Azzarita non abbiano mai messo piede. Eppure Ravenna è un team vero, tutti professionisti, gli unici della categoria. Più facoltosa, più organizzata, costruita per vincere. Esclusiva datrice di lavoro di tutti i suoi dipendenti più importanti. Il gm Bocchini, a Jesi nel 2008 con David Moss, l’allenatore Ciocca, uno specialista della categoria superiore che fra gli altri allena anche due ex di Serie A, i reggiani Davolio, a suo tempo considerato il gemello di Basile, e Maioli, punte di un organico impostato per salire sin dalla scorsa estate, con anche cinque under.

La proprietà è appassionata. Roberto Vianello, munifico broker-assicuratore veneziano, la gestisce con il fratello Luca e con alcuni sponsor importanti come l’Acmar (l’Associazione Cooperativa Muratori e Affini di Ravenna) che permettono un budget superiore a quello della Fortitudo, 300.000 euro contro poco più di 200.000. Un esborso in realtà ridotto rispetto alla passata stagione, finita male nonostante le ambizioni. L’impegno resta però altissimo, gli allenamenti alla settimana sono 6-7 rispetto ai 4-5 della Effe e delle altre.

Mentre alla mattina i ragazzi di Giuliani sono a lavorare allo sportello di una filiale o del catasto, i romagnoli sono a far pesi in palestra o rieducazione. Come una squadra vera.

Francesco Forni

Da “la Repubblica”

 


Comments are closed.